Sherol Dos Santos torna con “Disarmata”, la nostra intervista

Dopo “Pleiadi” e “Self Control”, Sherol torna con “Disarmata”, in uscita oggi 8 luglio con Instant Crash Records: ecco cosa ci ha raccontato
- - Ultimo aggiornamento
loading

Intervista a Sherol Dos Santos: cosa ci svela su “Disarmata”

Il percorso che ha fatto Sherol Dos Santos in questi anni e soprattutto negli ultimi mesi le ha regalato un buon bagaglio di esperienze. La giovane cantante di origine capoverdiana, nata e cresciuta nel quartiere romano di di San Basilio, sta trovando – dopo una serie di sperimentazioni – il suo focus e “Disarmata” può essere definito come il punto d’incontro migliore tra “Pleiadi” – brano classico e intimo – e “Self Control”, dalla spinta più rock e energica.

“Disarmata” è il terzo singolo firmato da Sherol, esce oggi 8 luglio e per l’artista ha un significato estremamente personale ma condivisibile da molte donne. Chi, d’altronde, non si è mai sentita impotente e appunto senza armi nel gestire una relazione complicata e foriera di sofferenze?

“Quando arriviamo a sentirci disarmate – riflette Sherol – resta solo la volontà di smettere di lottare, o meglio di lottare pacificamente, non cedere ai tranelli dell’altro” e si arriva a un punto di consapevolezza tale da riuscire ad andare avanti nonostante il momento di debolezza.

Sherol Dos Santos - Disarmata

Sherol, “Disarmata” non è un inno ad arrendersi ma a rinascere più forti di prima

“Disarmata” è dunque una preziosa occasione per riappropriarsi della forza che abbiamo:

“Spesso per amore rinunciamo a noi stesse e passiamo sopra tante mancanze, ma il senso di vulnerabilità che possiamo sentire in un primo tempo si trasforma in punto di forza verso noi stesse”.

“Io ho dato la mia anima a questa condizione, non ho più rimpianti e ora non ho più nulla da darti: adesso non mi merito di essere giudicata da te o dagli altri e sono pronta a ricominciare

Questo il messaggio alla base dell’ultimo brano attraverso cui Sherol vuole spronare chi ha avuto un momento di blocco a rinascere.

L’appello si rivolge certamente a donne deluse e disilluse, ma non solo: ogni persona che non ha alcuna paura di immergersi a capofitto nell’amore e restare scottato, si merita un incoraggiamento a tornare in pista più forte di prima.

“Si è sempre forti abbastanza per poter andare avanti e riprendere in mano la propria vita. Bisogna lasciar andare ad un certo punto per il bene di sé stessi”.

Per Sherol la felicità è sempre dietro l’angolo, basta solo essere consapevoli di chi si è e che dentro di noi c’è la forza di ricominciare.

Video intervista di Alessandra Zoia – Foto di Luca Perazzolo