Carenza di vitamina C, non sottovalutate questi sintomi: quando il corpo ci chiede aiuto

La vitamina C è fondamentale per la salute del nostro corpo: ecco come riconoscere i campanelli d'allarme che ne denotano scarsa presenza nell'organismo.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Mai come quest’anno è importante prevenire l’influenza e i mali di stagione, e un valido alleato contro i colpi bassi dell’inverno che da poco ha bussato alle nostre porte è l’assunzione di vitamina C.

Si tratta di un nutriente essenziale tra i più noti proprio per la sua capacità di irrobustire le difese immunitarie dell’organismo, e attraverso alcuni piccoli accorgimenti è possibile assicurarsene la giusta assunzione per evitare di andare incontro a disturbi più o meno lievi.

Leggi anche: >> CORONAVIRUS, COME RAFFORZARE LE DIFESE IMMUNITARIE: I CIBI PIÙ INDICATI

I rischi collegati alla mancanza di vitamina C

Molti sono i campanelli d’allarme che suggeriscono carenza di vitamina C: è bene specificare che riscontrare uno o più sintomi non vuol dire automaticamente soffrire di scorbuto, ma se si sospetta di non seguire una dieta varia e bilanciata può essere utile approfondire la questione con il proprio medico curante. 

Carenza di vitamina C, i sintomi più comuni

Come riconoscere i sintomi che possono denotare carenza di vitamina C? I lividi non dovuti a cadute o colpi accidentali in alcuni casi sono riconducibili proprio a una scarsa presenza di vitamina C nell’organismo, così come i sanguinamenti gengivali e le ferite che tardano a guarire.

Questo perché i vasi sanguigni sono indeboliti e la produzione di collagene non è stimolata a sufficienza.

Leggi anche: >> CARCIOFI, PREZIOSI ALLEATI DELLA LINEA MA MOLTO PERICOLOSI IN QUESTI CASI: ECCO QUANDO EVITARLI

I vostri capelli e le unghie sono particolarmente fragili e la pelle appare più secca del solito? Anche questi disturbi sono ricollegabili a una carenza di vitamina C nella dieta.

Reintegrarla nel piano alimentare può portare a rinforzare e rendere più brillante la chioma e restituire alla pelle morbidezza ed elasticità.

Chi non assume vitamina C a sufficienza è più soggetto anche a dolori articolari e influenze: esserne carenti causa infatti una diminuzione dei globuli bianchi, condizione favorevole per l’aggressione da parte di virus e batteri.

Da non sottovalutare anche l’anemia: i vasi sanguigni indeboliti possono causare perdite di sangue e quindi anche di ferro.

Come curare la carenza di vitamina C

La carenza di vitamina C è facilmente risolvibile non solo attraverso un’alimentazione più corretta ma anche ricorrendo a integratori alimentari specifici. Con un simile alleato l’inverno fa decisamente meno paura.

 

Foto@Shutterstock

Loading...