Patto scienza, Cossarizza: “Nessuna polemica, ma non facciamo politica” 

“Nessuna polemica, ma noi come ‘Patto trasversale per la scienza’ non siamo dove non c’è la scienza e non ci occupiamo di politica. La scienza […]
- - Ultimo aggiornamento

“Nessuna polemica, ma noi come ‘Patto trasversale per la scienza’ non siamo dove non c’è la scienza e non ci occupiamo di politica. La scienza è e deve essere indipendente. Se invece è usata a fini politici o manipolata, da qualunque parte senza distinzioni, noi non ci siamo. Non è un nostro problema”. Lo spiega all’Adnkronos Salute il presidente del Patto trasversale per la scienza (Pts), Andrea Cossarizza, in merito al convegno su Covid organizzato da Matteo Salvini lunedì prossimo al Senato, a cui erano stati invitati soci del Patto, in particolare il virologo Guido Silvestri che, dopo aver visto la locandina con i partecipanti, ha rifiutato l’invito. 

“Questo incontro – ricorda Cossarizza – è stato presentato come un attacco al Governo. E una cosa che non ci appartiene. Nel Patto ci sono anime politiche diverse. Non la pensiamo tutti allo stesso modo, non tifiamo nemmeno tutti la stessa squadra di calcio – ironizza il presidente del Pts – ma non ci facciamo strumentalizzare”, aggiunge sottolineando anche l’incompatibilità con la presenza Vittorio Sgarbi, con il quale il Pts ha un contenzioso proprio sugli interventi del critico d’arte riguardo al coronavirus, accusato dagli scienziati di diffondere fake news. “Ripeto – conclude – non c’è polemica. Ma con quella riunione non abbiamo nulla a che fare”.