Quanto sale mettere nella pasta? La formula per non sbagliare mai

Quando cucini tieni a mente questa proporzione per sapere quanto sale va nella pasta
- - Ultimo aggiornamento
loading

Una delle questioni che suscita più discussioni e dubbi in cucina è la seguente: quanto sale serve nella pasta? Salare l’acqua di cottura non è certamente un’operazione che richiede chissà quali abilità, ma trovare il giusto equilibrio è fondamentale. Il rischio, infatti, è di realizzare un piatto eccessivamente salato laddove ci scappasse una quantità esagerata di sale, o al contrario di dare vita a un piatto insipido. Cerchiamo allora di capire qual è la quantità corretta per non sbagliare.

La pasta, un piatto irrinunciabile

La pasta, soprattutto integrale, è un alimento fondamentale nella dieta mediterranea. Per noi Italiani è davvero complicato pensare di poterne fare a meno. Del resto si tratta di un cibo che fa parte della nostra storia sin dai tempi più antichi: basti sapere che già i latini se ne cibavano. Nel loro caso si trattava di una specie di lasagna fatta con l’uovo ed essiccata sulla pietra al sole.

Leggi anche: >> QUESTA PASTA FA BENE ALLA SALUTE, STOP GONFIORE E GIÙ LA GLICEMIA

Quanto sale nella pasta? La formula da tenere a mente

Nel corso degli anni i cuochi e gli esperti di cucina attraverso molteplici tentativi sono arrivati a rispondere alla domanda: “Quanto sale va nella pasta?” stabilendo la proporzione perfetta tra sale, acqua e pasta. La formula da tenere a mente è 1:100:10. Ma che cosa significa nello specifico? Vuol dire che in un litro di acqua possiamo cuocere 100 grammi di pasta cruda a cui aggiungere 10 grammi di sale. Per meglio regolarsi è bene sapere che un cucchiaio di sale equivale a circa 30 grammi. Quindi un cucchiaio raso o anche solo la punta bastano per salare una porzione di pasta.

Attenzione al condimento

A determinare la sapidità del piatto, però, non è soltanto la quantità di sale presente nell’acqua di cottura, ma pure il condimento. Se si utilizza l’acqua di cottura per mantecare allora inevitabilmente la pietanza risulterà più salata. Stesso discorso vale per gli ingredienti: va da sé che quelli molto salati, un esempio su tutti il guanciale per la carbonara, conferiscono maggiore sapidità al risultato finale.

Loading...