La formula della longevità secondo la scienza: gli effetti di 2 porzioni di frutta e 3 di verdura al giorno

Uno studio recente ha confermato gli effetti sull'organismo di 5 porzioni di frutta e verdura al giorno
- - Ultimo aggiornamento
loading

Frutta e verdura non dovrebbero mai mancare sulle nostre tavole e dovrebbero essere le regine della dieta di chiunque. Purtroppo, però, spesso non è così, anche se un recente studio condotto dall’Università di Harvard sostiene che assumere un numero preciso di porzioni di frutta e verdura riduca il rischio di malattie che portano alla morte.

D’altronde sappiamo benissimo che una mela al giorno toglie il medico di torno. Ebbene, se oltre alla mela aggiungiamo altre porzioni di frutta e verdura non potremo che trarne benefici per la nostra salute.

Leggi anche: >> ATTENZIONE A QUESTI CIBI, FANNO INVECCHIARE PRIMA DEL TEMPO: LA LISTA CHE FA PAURA

La formula della longevità

Lo studio è apparso sulla rivista Circulation dell’American Heart Association, e ha preso in esame dati che riguardano 2 milioni di adulti in tutto il mondo. La conclusione a cui si è giunti è che cinque porzioni giornaliere di frutta e verdura sia la quantità ottimale per una vita più lunga. Purtroppo, però, solo un adulto su 10 ne mangia abbastanza.

Gli scienziati hanno stabilito anche la formula della longevità, che consta di 2 porzioni di frutta e 3 di verdura al giorno. In questi casi i partecipanti sviluppano un rischio di morte per tutte le cause inferiore del 13%, un rischio inferiore del 12% di morte per malattie cardiovascolari, comprese malattie cardiache e ictus, un rischio inferiore del 10% di morte per cancro e un rischio inferiore del 35% di morte per malattie respiratorie, come la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO).

Quale frutta e verdura mangiare?

Bisogna specificare che non tutti i tipi di frutta e verdura offrono gli stessi benefici. Le verdure amidacee, come i piselli e il mais, i succhi di frutta e le patate non sono associati a un rischio ridotto di morte per tutte le cause o per malattie croniche specifiche. Al contrario, le verdure a foglia verde, come spinaci, lattuga e cavolo, e frutta e verdura ricche di beta carotene e vitamina C, come agrumi, bacche e carote, mostrano notevoli benefici.

Loading...