Cibi scaduti, questi alimenti vanno buttati immediatamente: il rischio per la salute

Foto
Cibi scaduti: cosa fare e come comportarsi? Si possono mangiare o mettiamo a repentaglio la nostra salute?
- - Ultimo aggiornamento
Cibi scaduti, questi alimenti vanno buttati immediatamente: il rischio per la salute

Capita a tutti di trovarsi a fare i conti con cibi scaduti in dispensa e di chiedersi se siano ancora buoni oppure no. Come comportarsi se ad esempio una confezione di riso ancora intatta è scaduta da un mese? Lo si può consumare lo stesso o c’è qualche rischio per la nostra salute?

Cibi scaduti, questi alimenti vanno buttati immediatamente: il rischio per la salute

Leggi anche: >> QUESTI CIBI, INVECE, POSSONO ESSERE CONSUMATI ANCHE DOPO LA DATA DI SCADENZA: ECCO QUALI SONO

Innanzitutto non tutti gli alimenti sono dannosi se consumati dopo la data di scadenza che, lo ricordiamo si riferisce al prodotto integro e non aperto. Bisogna fare una distinzione a seconda della tipologia di alimento preso in considerazione e le modalità di conservazione.

Ad esempio il latte: se fresco è bene consumarlo non oltre la data di scadenza mentre se si tratta di quello a lunga conservazione ancora chiuso, lo si può consumere anche quale giorno dopo la data prevista. Magari meglio fallo bollire per sicurezza. Anche lo yogurt può essere consumato qualche giorno dopo la data di scadenza, così come il burro che può arrivare ad una settimana dopo la scadenza (purché non sia diventato giallo e abbia un odore rancido). Anche i formaggi freschi come mozzarella e stracchino è bene mangiarli entro pochi giorni dalla data di scadenza; storia diversa per quelli stagionati che possono essere consumati anche nei mesi successivi, avendo cura di eliminare l’eventuale muffa formatasi sopra.

Un cibo che invece va buttato subito appena scaduto è l’insalata in busta: il rischio sono problemi intestinali.

La farina può andare avanti per 6/8 mesi, dopo il sapore comincerà ad essere stantio e possono formarsi al suo interno le farfalline. Le farine integrali hanno una durata più breve di 1-2 mesi. Altro alimento cui prestare attenzione è il lievito; se vecchio la sua azione sarà inefficace. Una volta aperto è consigliabile utilizzarlo entro un paio di mesi. Se non avete segnato la data di apertura e volete vedere se è ancora buono, potete fare la prova con l’acqua dolce. Prende un po’ lievito e mescolatelo con un po’ di acqua dolce calda: se produrre della schiuma allora il lievito è ancora attivo.

Le spezie non vanno a male, ma perderanno di intensità. Sarebbe meglio utilizzare entro tre mesi dall’apertura del barattolo o dall’acquisto ma sappiate ecco che non ci sono gravi rischi per la salute se le consumate oltre il tempo previsto.

Il riso se all’interno della sua confezione sottovuoto e sigillata può andare oltre la data di scadenza; se però la confezione è aperta, meglio consumarlo velocemente. I chicchi possono cambiare colore e impiegare più tempo nella cottura.

Anche il caffè scade, ma non in modo tale da avere un effetto nocivo sulla nostra salute.

Crediti foto@shutterstock

Nota: il presente articolo è il frutto di una ricerca e di una elaborazione di notizie presenti sul web. Con la presente l’autore, la redazione e l’editore declinano ogni responsabilità  e invitano i lettori ad eseguire un’attenta verifica e a rivolgersi sempre ad un medico specialista.

Guarda la photogallery
alimenti scaduti: come comportarsi
il latte
Dallo yogurt ai formaggi ecco fino a quando si possono mangiare
Insalata in busta: se scaduta va buttata
+1
Loading...