Dieta di Ferragosto, il trucco per non ingrassare in vista del pranzo del 15 agosto

Alcuni accorgimenti per non trasformare un giorno di festa in un incubo per la nostra forma fisica. Ecco cosa portare in tavola e da cosa tenersi alla larga
- - Ultimo aggiornamento
loading

Le vacanze sono insidiose per la linea, ma ancor di più lo è il 15 agosto. Può sembrare assurdo, eppure esiste anche una dieta di Ferragosto. È importante infatti giocare d’anticipo e cercare di limitare i danni già dai giorni prima. Ecco allora alcuni trucchetti per far sì che quel giorno di festa non si trasformi in un incubo per la nostra forma fisica.

Leggi anche: >> DIETA LAST MINUTE ZENZERO E LIMONE, – 2 KG IN 3 GIORNI: ECCO COME FUNZIONA

Innanzitutto vale sempre la regola dell’idratarsi come si deve. Bere almeno due litri d’acqua al giorno è fondamentale, soprattutto in periodi torridi come questo. Serve infatti a reintrodurre i liquidi persi. Via libera chiaramente all’acqua ma anche a succhi di frutta possibilmente senza zuccheri. Idratazione che passa anche attraverso le verdure di stagione. Queste sono ottime pure per realizzare bevande detox, da impreziosire con limone e zenzero.

Dieta di Ferragosto: cosa mangiare…

La dieta di Ferragosto prevede che si mangino cibi sani come pasta e pane integrale, carne bianca, pesce specialmente azzurro. E ancora verdura fresca per contorno e condita con poco olio oppure con del succo di limone, frutta. Cercare di tenersi alla larga da alcolici e cibo spazzatura e non saltare mai i cinque pasti fondamentali, ovvero colazione, spuntino, pranzo, merenda e cena.

Entrando più nel dettaglio, la grigliata di carne o pesce è un’ottima idea perché riduce i grassi. Ma non tutti i tipi di carne fanno bene, quindi è meglio buttarsi sulla carne bianca come pollo e tacchino. Evitiamo invece salsicce, luganeghe, salamelle e carni troppo speziate che fanno ingrassare.

… e cosa evitare

La stessa cosa vale per il pesce. Meglio puntare su quello azzurro, oppure orata, branzino, spigola come osserva Chedonna.it. Difficile, ma se si può è meglio tenersi alla larga dal fritto misto, puntando invece su cotture leggere e poco elaborate. Va benissimo l’insalata di polipo e patate, meno indicata invece l’impepata di cozze.

In questa dieta di Ferragosto è importante anche fare attenzione ai condimenti e alle salse troppo cariche che non fanno bene alla nostra linea. E ricordiamoci di accompagnare carne e pesce con delle verdure: un’insalata mista, oppure verdure grigliate sono perfette.

Infine, per limitare ancora di più gli eventuali danni ricordiamoci di fare attività fisica sia prima che dopo l’abbuffata. Una bella camminata di mezz’ora va più che bene.

Nota: il presente articolo è il frutto di una ricerca e di una elaborazione di notizie presenti sul web. Con la presente l’autore, la redazione e l’editore declinano ogni responsabilità e invitano i lettori ad eseguire un’attenta verifica e a rivolgersi sempre ad un medico specialista.

Loading...