Filtri sporchi del condizionatore, le conseguenze per la salute e il portafogli

Foto
Con l'arrivo del caldo i condizionatori tornano in funzione per rinfrescare le nostre case. Attenzione però ai filtri sporchi
- - Ultimo aggiornamento
loading

Con l’estate arriva il caldo e con esso vengono rimessi in funzione i condizionatori. Rimasti inutilizzati spesso per tutto l’invero, questi elettrodomestici hanno bisogno di manutenzione: i filtri sporchi sono una questione da non sottovalutare. Non solo per il corretto funzionamento del condizionatore stesso, ma perché possono creare problemi di salute.

Filtri sporchi del condizionatore, le conseguenze per la salute e il portafogli

Leggi anche: >> SPEGNI IL CONDIZIONATORE E METTI QUESTE PIANTE IN CASA: COMBATTONO IL CALDO E TI FANNO RISPARMIARE

I filtri sporchi possono contenere non solo polvere, ma anche batteri che possono provocare problemi di salute. Dalla semplice influenza alla legionellosi un’infezione che colpisce l’apparato respiratorio, tenerli puliti è importante. Sanificare il condizionatore rientra tra l’altro, negli obblighi imposti dalla normativa che regola la manutenzione degli impianti estivi ed invernali.

Per evitare di incorrere in questi rischi, è bene effettuare una corretta manutenzione del condizionatore ed effettuare la pulizia dei filtri prima di tornare ad utilizzarlo. Questa può essere fatta da chiunque, mentre per la santificazione bisogna rivolgersi ad un addetto alla manutenzione e il costo può variare in base alla tipologia se a uno o più split.

Questa cura non solo vi metterà al riparo da possibili inconvenienti di salute, ma vi permetterà di far funzionare il vostro impianto in modo corretto ed evitare che la bolletta sia più alta del previsto. Se infatti ci sono ostruzioni che impediscono il fluire dell’aria, il condizionatore dovrà lavorare di più per far arrivare l’aria alla temperatura desiderata. Conseguenza, una maggior consumo di energia e quindi un aumento dei costi e una maggiore usura dell’elettrodomestico.

Come si puliscono i filtri sporchi?

Questa operazione non è particolarmente complessa; per le modalità di pulizia troverete le informazioni nel libretto delle istruzioni in dotazione con il condizionatore. In linea di massima, avrete individuare il vano nei quali sono installati i filtri, che solitamente si trova sopra la griglia dell’aria. Non sono tutti uguali, possono variare nella composizione in base alla quale la pulizia avverrà in modo diverso. Come si legge sul sito Luce e Gas, quelli in materiale plastico possono essere puliti con un semplice getto di acqua e ricollocati dopo averli fatti asciugare all’aria (vanno ovviamente tolti dal loro alloggio per essere puliti). Quelli elettrostatici o a carboni attivi, devono essere sostituiti con filtri nuovi (meglio rivolgersi ad un tecnico). I filtri in materiale deperibile, meglio pulirli con un getto d’aria: ad esempio con un’aspirapolvere magari usando l’accessorio per piccole superfici.

Crediti foto@Shutterstock

Nota: il presente articolo è il frutto di una ricerca e di una elaborazione di notizie presenti sul web. Con la presente l’autore, la redazione e l’editore declinano ogni responsabilità  e invitano i lettori ad eseguire un’attenta verifica e a rivolgersi sempre ad un medico specialista.

Guarda la photogallery
Estate vuol. dire caldo e quindi condizionatori: attenzione alla loro manutenzione
I filtri sporchi possono essere nocivi per la salute
Posso pulire i filtri da solo?
L'importanza di mantenere puliti i filtri, non solo per la salute ma anche per il portafoglio
+1
Loading...