Carenza di vitamina D aumenta con le creme solari? Il rischio, cosa dicono gli esperti

Foto
La vitamina D è importante per la salute del nostro corpo, e se è vero che possiamo assumerla attraverso i giusti alimenti è anche vero che possiamo farlo anche prendendo il sole
- - Ultimo aggiornamento
loading

La Vitamina D è importante per il benessere del nostro corpo, ma in molti pensano che utilizzando le creme solari si corra il rischio di non produrla e quindi di esserne carenti. Ma è veramente così?

Carenza di vitamina D aumenta con le creme solari? Il rischio, cosa dicono gli esperti

Leggi anche: >> FATICHI A DIMAGRIRE? COME INCIDE NEGATIVAMENTE LA VITAMINA D SULLA BILANCIA: I SINTOMI

La Vitamina D aiuta a mantenere nella norma i livelli di calcio e di fosforo nel sangue; inoltre aiuta a regolare il metabolismo del calcio e per questo è utile nella calcificazione delle ossa. La si può assumere attraverso una corretta alimentazione (molti sono gli alimenti che la contengono), attraverso integratori, ma il modo più rapido per farne il pieno è attraverso l’esposizione al sole. Il nostro corpo è infatti in grado di sintetizzarla a contatto con i raggi del sole.

Il nostro fabbisogno giornaliero varia a seconda dell’età, ma in media possiamo dire che è di 400 unità al dì. Prendere il sole diventa quindi un’azione fondamentale per la nostra salute e per fare il pieno di Vitamina D secondo la Fondazione Veronesi, bastano 40 minuti al giorno in cui braccia e gambe vengono esposte al sole.

Leggi anche: >> L’ACQUA DI MARE CI FA PERDERE PESO? IL TRUCCO POCO CONOSCIUTO PER RESTARE IN FORMA

Ma sappiamo bene che è importante proteggere la nostra pelle dai raggi solari, e allora la domanda nasce spontanea: un uso costante di creme solari protettive, aumenta il rischio di carenza di vitamina D? La risposta arriva dalla dottoressa Anna Carbone, specialista in dermatologia e venereologia presso l’IFO S. Gallicano Roma.

“Non esiste il rischio che una crema solare possa indurre una carenza di vitamina D.  – spiega la dottoressa come riportato da Greenme.it – Le motivazioni sono dovute al fatto che la crema solare per rispettare ‘alla lettera’ il fattore di protezione richiesto e specificato sul prodotto dovrebbe essere applicata più volte nell’arco della giornata e in quantità abbondanti. (..)È molto raro che anche la persona più attenta alla prevenzione solare, seguendo con rigore le più strette indicazioni possa raggiungere dosaggi di crema così elevati. Dunque il rischio di un deficit di vitamina D causati da creme solari è pressoché inesistente”

Nessun rischio dunque, perciò è bene ricordarsi di applicare le protezioni solari quando ci esponiamo al sole per evitare i danni che i raggi UV potrebbero causare. La Vitamina D riusciremo comunque a prenderla.

Crediti foto@Shutterstock

Nota: il presente articolo è il frutto di una ricerca e di una elaborazione di notizie presenti sul web. Con la presente l’autore, la redazione e l’editore declinano ogni responsabilità  e invitano i lettori ad eseguire un’attenta verifica e a rivolgersi sempre ad un medico specialista.

Guarda la photogallery
Vitamina D: le protezioni solari la ostacolano?
il modo più rapido per farne il pieno è attraverso l'esposizione al sole
Quanto dobbiamo stare al sole per la giusta quantità di Vitamina?
Le creme protettive impediscono l'assunzione di Vitamina D dal sole? La parola dell'esperta
+1
Loading...