Dieta, la marmellata fa ingrassare? Cosa succede se mangiata a colazione

Mangiare pane e marmellata a colazione fa bene o mette a rischio la nostra dieta facendoci ingrassare?
- - Ultimo aggiornamento
loading

Quando si parla di dieta gli alimenti troppo zuccherini potrebbero sembrare non adatti a mantenere la linea, e tra questi c’è la marmellata. Certo se mangiata in quantità eccessive fa ingrassare, ma se mangiata a colazione l’effetto è positivo.

Dieta, la marmellata fa ingrassare? Cosa succede se mangiata a colazione

Leggi anche: >> VUOI STARE A DIETA SENZA VERAMENTE STARE A DIETA? NON ABBINARE MAI QUESTI CIBI INSIEME, L’ERRORE COMUNE

Tra i cibi più gettonati per la colazione c’è la marmellata spalmata su pane o fette biscottate. Ma fa ingrassare oppure no? Le regole per una giusta alimentazione prevedono frutta e verdura e bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno. Per questo mangiare pane e marmellata a colazione è un buon modo per iniziare la giornata, ma senza esagerare.

La prima colazione è il pasto più importante per questo è bene non saltarla, ma piuttosto mangiare i giusti alimenti in grado di dare la giusta energia per mettere in moto il nostro metabolismo. Pane integrale e un velo di marmellata sono tra questi. Meglio se la confettura è il più naturale possibile. La quantità spesso consigliata è di 30 grammi.

Leggi anche: >> VUOI BRUCIARE PIÙ CALORIE? IL TRUCCHETTO DA USARE A COLAZIONE

La possiamo abbinare anche alla frutta fresca; fare un carico giusto di zuccheri la mattina sia perché così forniremo il giusto apporto di energia al nostro corpo sia perché potrà essere più facile smaltirli durante l’arco della giornata.

Insomma per una colazione perfetta non deve mai mancare la frutta. Il consiglio però è sempre lo stesso: quando si tratta di alimentazione e soprattutto di dieta, non affidatevi al fai da te ma rivolgetevi ad un medico o ad un nutrizionista.

@Kikapress

Nota: il presente articolo è il frutto di una ricerca e di una elaborazione di notizie presenti sul web. Con la presente l’autore, la redazione e l’editore declinano ogni responsabilità  e invitano i lettori ad eseguire un’attenta verifica e a rivolgersi sempre ad un medico specialista.

Loading...