Cardiopatia ischemica e colesterolo. Quando si è a rischio e perché sono correlati? Parla l’esperto

Tra le patologie che interessano il cuore ci sono la cardiopatia ischemica e il colesterolo. Il Dotto Andrea Salica spiega di cosa si tratta
- - Ultimo aggiornamento
loading

La salute del cuore è fondamentale sia da un punto di vista romantico ed emotivo, che da un punto di vista medico. Con il dottor Andrea Salica, cardiochirurgo presso l‘European Hospital di Roma, oggi affrontiamo due delle patologie più frequenti: la cardiopatia ischemica e il colesterolo.

Che cos’è la cardiopatia ischemica?

“È la malattia delle arterie coronariche, quelle che irrorano di sangue che vascolarizzano il cuore. Se si formano delle ostruzioni in queste arterie, il cuore può trovarsi in deficit di ossigeno. Questo deficit porta all’angina: ovvero il dolore al petto, prevalentemente sotto sforzo.”

dottor Andrea Salica

Quali sono le conseguenze?

“Se un territorio di cuore dovesse soffrire della mancanza di un’adeguata irrorazione di sangue, quindi ad un adeguato apporto di ossigeno, può andare incontro ad una necrosi di quel territorio, cioè all’infarto.”

dottor Andrea Salica

Leggi anche:>> IPERTENSIONE, CAUSE E RIMEDI. LA PAROLA ALL’ESPERTO

Come si formano le ostruzioni?

“Le coronariche sono dei tubi, e le ostruzioni dipendono dalla formazione di placche, che sono fondamentalmente basata sulla deposizione di colesterolo. Le ostruzioni vanno a ridurre la capacità delle arterie di irrorare il cuore portando così all’angina o all’infarto.”

dottor Andrea Salica

Alla base della cardiopatia ischemica c’è quindi l’arterosclerosi, ovvero la formazione dei placche ricche di colesterolo nelle arterie. Come capire allora, se abbiamo il livello di colesterolo alto?

“L’unico modo è quello di sottoporsi alle analisi del sangue, dove viene dosato il colesterolo. Questo è l’unico modo per accorgersi della concentrazione ematica del nostro colesterolo. I sintomi quando arrivano, sono espressione del danno che livello elevato e persistentemente elevato di colesterolo nel sangue ha fatto. I sintomi in tal caso possono essere l’angina, l’infarto o addirittura l’ictus cerebrale.”

dottor Andrea Salica

Come possiamo prevenire il colesterolo alto e quindi la cardiopatia ischemica?

“Anche in questo caso la prevenzione si basa si una dieta adeguata, e attività fisica. Quindi una dieta che deve fare molta attenzione ai grassi, che in questo caso sono il nemico numero uno; evitare di fumare, e di condurre una vita sedentaria”

dottor Andrea Salica

Che tipo di attività fisica è consigliata?

“Una semplice attività di bassa intensità e di lunga durata. Ad esempio una camminata a passo veloce di 30 minuti tutti i giorni”

dottor Andrea Salica

Tornando all’alimentazione, quali sono i cibi ricchi di colesterolo?

“Formaggi, carni rosse; attenzione all’uso del burro nella preparazione dei piatti fatti in casa. Il burro è un alimento assai ricco di colesterolo.”

dottor Andrea Salica

L’invito resta sempre lo stesso: questi sono consigli e non una linea curativa. Rivolgetevi sempre al vostro medico o ad un professionista del settore.

“Questi sono consigli e non devono essere presi come una linea di auto-cura. Al contrario, si tratta di consigli e raccomandazioni proprio per aiutare tutti coloro che ci leggono ad andare a rivolgersi in questo caso al proprio cardiologo di fiducia, per la corretta diagnostica e la corretta terapia dell’eventuale patologia riscontrata.”

dottor Andrea Salica

Crediti foto@Shutterstock