Miopia infantile: sintomi, cause e rimedi per il difetto ottico più comune

La miopia infantile è un difetto della vista che anche in Italia interessa molte persone. Si parla di un milione e mezzo tra bambini e adolescenti, in particolare tra gli 8 e i 13 anni.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Miopia infantile. Questo difetto della vista è sempre più diffuso non solo tra gli adulti, ma anche tra i più piccoli. In Italia colpisce circa un milione e mezzo tra bambini e adolescenti, in particolare tra gli 8 e i 13 anni.

Leggi anche : >> OCCHI SEMPRE PIÙ STANCHI CON TABLET, SMARTPHONE E PC: 5 TRUCCHI PER RILASSARLI

Miopia infantile: le cause

Se in passato si dava per scontato che la miopia fosse geneticamente determinata, oggi la ricerca scientifica evidenzia la corresponsabilità dei nuovi stili di vita e delle cause ambientali. Tra questi fattori troviamo in primis l’uso intensivo della tecnologia. Soprattutto nelle nuove generazioni, essa causa un’attività visiva sempre più importante davanti agli schermi di tv, tablet e smartphone. Un altro fattore di rischio è il minor tempo trascorso all’aria aperta. La conseguenza è una riduzione della produzione di dopamina. Una sostanza che, con l’esposizione alla luce solare, è capace di rallentare la progressione miopica.

I possibili rimedi

Nei bambini, le lenti a contatto multifocali possono rallentare il progredire della miopia infantile. Lo fa sapere uno studio coordinato da un gruppo di ricercatori della Ohio State University, pubblicato sul Journal of the American Medical Association. Secondo gli autori, come riporta Fondazioneveronesi.it, far portare queste lenti a chi è in età infantile avrebbe un effetto benefico anche sul rischio di sviluppare la cataratta, il glaucoma e un distacco della retina durante la vita.

Che cos’è la miopia

La miopia, il più delle volte, si sviluppa quando l’occhio cresce in lunghezza più del dovuto. Ciò fa sì che le immagini che entrano attraverso la pupilla e dovrebbero arrivare sulla retina – cadano davanti alla membrana. Così di fatto non vengono messe a fuoco.

Le lenti monofocali invece correggono la miopia, modificando la traiettoria delle immagini e facendole arrivare sulla retina.

Le lenti MiyoSmart

Intanto buone notizie per tutti i giovani miopi. Uno studio clinico di due anni, giunto al sesto anno di follow- up, primo nel suo genere, conferma l’efficacia delle lenti con tecnologia D.I.M.S. (Defocus Incorporated Multiple Segments o segmenti multipli di defocus incorporati) nella correzione della miopia infantile e nella riduzione della progressione della stessa nei ragazzi tra gli 8 e i 13 anni.

Un importante traguardo in ambito scientifico raggiunto grazie alla collaborazione tra i ricercatori dell’Hong Kong Polytechnic University e Hoya, azienda di primo piano nel settore delle lenti oftalmiche correttive. Il nuovo studio clinico di follow-up è stato condotto in Asia su un gruppo di 90 bambini e presentato al Congresso ARVO 2022 – Association for Research in Vision & Ophthalmology (Denver, Colorado).

Il lavoro ha esaminato la progressione della miopia nei bambini portatori delle lenti con defocus periferico e ha evidenziato l’assenza di effetto rebound – “rimbalzo” in inglese. Termine, questo, che sta a indicare un possibile e/o improvviso aggravarsi o accentuarsi dei sintomi della miopia se l’uso delle stesse viene interrotto.

Prime nel loro genere le lenti da vista MiyoSmart con tecnologia D.I.M.S. sono sottili, leggere e costruite in materiale altamente resistente agli urti. In aggiunta, offrono 100% protezione dai raggi UV e un trattamento antiriflesso specifico.

Foto: Shutterstock