Questo tipo di latte farebbe male al cervello: cos’ha scoperto la scienza

Stando a una ricerca sarebbe meglio evitare una tipologia di latte perché favorirebbe il declino cognitivo
- - Ultimo aggiornamento
loading

Il latte è un alimento prezioso per la nostra salute sin dalla nascita. Si tratta infatti di una bevanda ricca di nutrienti utili per il benessere fisico. In particolare il calcio, che consente alle ossa di mantenersi forti. Eppure ci sarebbe una tipologia di latte da evitare. Questo, almeno, secondo uno studio che ha evidenziato come favorirebbe il declino cognitivo.

Leggi anche : >> BEVI LATTE LA MATTINA? SBAGLI ORARIO, ECCO QUANDO CONSUMARLO

Lo studio

Lo studio in questione si trova sulla rivista Molecular Nutrition Food Research, che ha esaminato il consumo del latte in relazione a un possibile declino cognitivo. La ricerca si è svolta in Spagna e ha coinvolto 4.668 partecipanti obesi, donne per il 48% e con un’età media di 65 anni.

Come riporta Inran.it i soggetti presi in esame hanno dovuto compilare un questionario in cui si chiedeva loro di rispondere ad alcune domande sull’assunzione dei latticini. I ricercatori hanno poi condotto diversi test di prestazione cognitiva, sia all’inizio dello studio sia durante un periodo di follow-up di due anni.

Che cosa è emerso

Ebbene si è rilevato un cambiamento della funzione cognitiva nel biennio analizzato in base al consumo di latticini. I cambiamenti si sono visti in chi assume abitualmente latte intero. Tale tipologia di latte contiene molti grassi saturi, che dalla mezza età in poi potrebbero portare, nel tempo, a un declino cognitivo.

Perché sarebbe bene evitare il latte intero

È noto che consumare troppi grassi saturi può portare a un accumulo di colesterolo nelle arterie. Questo a sua volta può aumentare il rischio di malattie cardiache e influire negativamente sulla salute del cervello. Alla luce di queste considerazioni allora sarebbe meglio cambiare tipologia di latticini, ed evitare non il latte in toto, ma solo quello intero.

Così facendo si può continuare a bere questa bevanda senza preoccuparsi di eventuali problematiche a livello cognitivo. Anche se, va detto, il latte è indicato sì per i bambini, ma quando si cresce è sempre bene non abusarne.

Foto: Shutterstock