Allergia o Coronavirus? Come distinguere i sintomi. Attenzione all’asma

Foto
Le domande su come riconoscere i sintomi da coronavirus proseguono e con esse gli studi relativi. Chi soffre di allergia è un soggetto più esposto?
- - Ultimo aggiornamento
loading

I timori di poter contrarre il coronavirus sono ancora molto presenti, e gli studi su quali siano i sintomi, i metodi di trasmissione e i soggetti più esposti proseguono. Con l’arrivo della primavera per alcuni i dubbi crescono: come capire se siamo in presenza di un’allergia o del coronvarius?

Allergia o Coronavirus? Come distinguere i sintomi. Attenzione all’asma

Leggi anche: >> COVID-19, NON SEMPRE IL PRIMO SINTOMO È LA FEBBRE: LA PREOCCUPANTE SCOPERTA CINESE

Chi è allergico potrebbe essere più sensibile al coronavirus? Non ci sono studi al riguardo che confermino questa supposizione e sulla questione è intervenuto il Centro Europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC). Come si legge nella nota riportata anche sul sito del Ministero della Salute, viene messo nero su bianco che negli studi fino ad ora condotti, non vi è un rischio di infezione superiore da SARS-Cov-2 per chi è affetto da allergie di forma lieve. Lo stesso vale anche per chi ha una forma di asma allergica lieve.

Tuttavia, chi soffre di una forma d’asma più moderata e grave è invece più esposto.

“Negli studi finora disponibili le forme allergiche più lievi, inclusa l’asma allergica lieve, non sono state considerate come uno dei principali fattori di rischio per l’infezione da SARS-CoV-2, o per un esito più sfavorevole. Invece, l’asma in forma da moderata a grave, in cui i pazienti hanno bisogno di cure quotidiane, è inclusa nelle condizioni polmonari croniche che predispongono a malattie gravi.”

Leggi anche:– Coronavirus, chi ha un cane si ammala di meno? Lo studio italiano

Ma come capire quando si è in presenza dei sintomi da Covid e quando di semplice allergia? Se dovesse presentarsi uno stato febbrile insieme alla forma allergica, è bene consultare il proprio medico. Chi sta seguendo una terapia per l’asma con farmaci per via inalatoria e /o brocodilatatori, deve proseguire e non interrompere la terapia, siano essi bambini che adulti.

“Se sviluppano sintomi compatibili con Covid-19, dovranno autoisolarsi, informare il proprio medico e monitorare la propria salute come tutti gli altri. Se sopraggiunge difficoltà respiratoria progressiva, si deve cercare immediatamente assistenza medica.”

Leggi anche: — Coronavirus, spuntano nuovi sintomi cutanei: lo studio francese

Il testo completo lo potete trovare sul sito del Ministero della Salute cliccando qui

Crediti foto@Kikapress

Guarda la photogallery
Come capire se si tratta di allergia o coronavirus?
I sintomi
Chi è allergico potrebbe essere più sensibili al coronavirus?
I rischi per chi soffre di forme lievi
+4