Covid-19, il 20% dei pazienti infetti per 40 giorni: la causa che preoccupa

Foto
Il Covid-19 continua a destare interesse nel mondo scientifico. Il 20%dei pazienti resterebbe positivo per 40 giorni, lo rivela un virologo
- - Ultimo aggiornamento
loading

Gli scienziati continuano ad interrogarsi sul coronavirus, e gli ultimi dati destano un po’ di preoccupazione. Circa il 20% dei pazienti risulterebbe infetto per 40 giorni.

Covid-19, il 20% dei pazienti infetti per 40 giorni: la causa che preoccupa

Leggi anche: >> CORONAVIRUS, VIROLOGI SEMPRE IN TV E SEMPRE PIÙ RICCHI: ECCO QUANTO GUADAGNANO BURIONI, CAPUA & CO.

Sebbene il numero dei contagi stia calando e le notizie riguardanti la diffusione del virus siano positive, il mondo scientifico continua ad interrogarsi riguardo al virus, alla sua capacità di resistenza, ai possibili effetti permanenti che può causare sul nostro organismo.

Dalle pagine de La Repubblica, il virologo Massimo Andreani (primario di malattie infettive al policlinico dell’università di Roma Tor Vergata) ha fatto sapere che circa il 20% dei pazienti resta positivo per 40 giorni al virus.

Del resto sono diversi i casi in cui il soggetto dopo aver contratto il virus, è restato positivo anche per 70 giorni. E’ il caso di Bianca Dobroiu, la modella 22enne prima contagiata bolognese, il cui tampone è risultato negativo solo dopo 75 giorni. O di Paulo Dybala, giocatore della Juventus, rimasto positivo al virus per circa 45 giorni.

Leggi anche: >> QUESTI SOGGETTI “SPECIALI” NON SI AMMALERANNO MAI DI CORONAVIRUS, ECCO PERCHÉ

Il motivo di questa persistenza potrebbe risiedere nella capacità del virus di adattarsi al nostro organismo ha spiegato Andreani.

“Il virus ha un buon tropismo per le cellule del nostro organismo. […] Le polmoniti virali in genere sono più rapide – e poi ha aggiunto – Non sappiamo se le tracce di virus che troviamo con il test siano solo frammenti non più vitali che aspettano solo di essere espulsi o se sono microrganismi vivi, replicanti e con capacità infettiva”.

Insomma sebbene ci si avvii verso le riaperture di quasi tutte le attività e verso una normalità di vita 2.0, il Covid-19 continua a celare segreti e far discutere il mondo della comunità scientifica e non solo.

Crediti foto@Shutterstock

Guarda la photogallery
Continuano gli studi sul coronavirus
Circa il 20% dei pazienti resta positivo per 40 giorni al virus.
Da Dybala a Bianca Dobroiu: i casi risultati positivi per oltre 40 giorni
Perché il virus resiste così a lungo?
+1