Dieta flessibile per dimagrire: ecco perché dovresti seguirla

Foto
Nel vasto mare dei regimi alimentari per perdere peso, arriva la dieta flessibile. Ecco perché potrebbe essere facile da seguire
-
loading

Orientarsi nel mare magnum delle diete non è facile, e ora alle tante proposte si aggiunge anche la dieta flessibile. Perché seguirla? Perché concede anche qualche ‘strappo’.

Dieta flessibile per dimagrire: ecco perché dovresti seguirla

Leggi anche:>> DIETA PER I PIGRI, ECCO COME DIMAGRIRE SENZA CONTARE LE CALORIE

Dal digiuno intermittente a quella del gelato, di diete ce ne sono veramente tante e ogni giorno ne spunta una nuova. Tra le novità c’è la dieta flessibile che incoraggia a mangiare principalmente verdure, ma che consente di consumare anche carne ma con moderazione.

In realtà questa dieta esiste da più di 10 anni ed è stata lanciata da Dawn Jackson Blatner, dietologa e autrice del libro ‘The Flexitarian Diet: The Mostly Vegetarian Way to Lose Weight, Be Healthier, Prevent Disease and Add Years to Your Life’.

Si tratta di una dieta non restrittiva e questo di per sé permette di riuscire a seguirla senza troppi sforzi. C’è poi un risvolto economico da non sottovalutare: meno carne vuol dire anche meno soldi spesi! Per iniziare il consiglio è quello di introdurre sempre più verdure, sperimentando qualche sfiziosa ricetta vegetariana. Sì a verdura, frutta, legumi e cereali ma, come dicevamo, si possono mangiare anche piccole quantità di alimenti di origine animale. Un regime alimentare che non solo guarda alla linea ma anche ad un benessere fisico generale.

Il nostro consiglio però, resta sempre lo stesso: che si tratti della dieta flessibile o di quella rigida, rivolgetevi sempre al vostro medico e non affidatevi al fai da te!

Crediti foto@Shutterstock

Guarda la photogallery
La dieta flessibile
le verdure protagoniste di questa dieta
Una dieta non restrittiva
Cosa si può mangiare