Calorie, meglio un’insalata di riso o un cheeseburger con patate fritte

Foto
Come fare a preparare un’insalata di riso che sia davvero salutare e non eccessivamente ricca di calorie? Ecco alcune regole fondamentali da seguire.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Fresca e decisamente estiva, l’insalata di riso è uno dei piatti più tipici della bella stagione, ma attenzione alle calorie! Dietro il suo aspetto “salutare”, infatti, questa deliziosa portata nasconde un apporto energetico importante, che può far sballare qualsiasi dieta…

LEGGI ANCHE: — Occhio al riso in bianco, sembra dietetico ma non lo è affatto: ecco perché meglio non mangiarlo

Insalata di riso: quante calorie contiene?

Sembra un mito che si infrange ma è proprio così. L’insalata di riso è spesso una bomba, un concentrato di calorie. Ovviamente tutto dipende da come la si condisce, spesso con ingredienti freschi e genuini, ma senza disdegnare uova, formaggio e, talvolta, maionese e salsine varie di ogni tipo…

È senz’altro difficile stilare una precisa scheda nutrizionale di un’insalata di riso, ma è fuori di dubbio che il rischio di esagerare (anche concedendosi un bis) è sempre dietro l’angolo.

Le regole da seguire sono poche e, in ogni caso, ci consentono di evitare di far danni a tavola.

Le regole per l’insalata di riso perfetta

Innanzitutto, bisogna scegliere un riso adatto all’insalata. Parboiled, Roma, Basmati e Venere (per un tocco di colore) vanno benissimo.

Poi, attenzione agli ingredienti. Preferite le verdure di stagione, capaci di fornire un meraviglioso (e gustoso) caleidoscopio di colori senza far salire le calorie. Se preferite i salumi, non esagerate e inseritene al massimo un tipo solo (speck, prosciutto cotto o bresaola). Andateci piano coi formaggi e, anche qui, meglio limitarsi ad una sola varietà: sono perfetti l’Asiago e la Fontina, ma anche la Scamorza fa la sua figura.

Infine, dite no a tutto quello che alza soltanto il livello delle calorie senza apportare la giusta quantità di sapore e personalità alla vostra insalata di riso. Quindi: no a salsine varie, no ai wurstel e, soprattutto, no ai misti preparati sottolio o sottaceto per condire il riso.

Queste le regole per garantirci il massimo benessere. Perché, diciamolo francamente, se un’insalata di riso non è salutare, allora è meglio concedersi un cheeseburger con patatine fritte! È più onesto e non ci illude inutilmente!

Foto: Shutterstock

riso in bianco
Guarda la photogallery
L'insalata di riso è spesso solo un'illusione salutare
I rischi dell'insalata di riso
Le regole da seguire per una buona insalata di riso
Attenzione agli ingredienti della vostra insalata di riso
+1