Dieta del buon umore in quarantena: i cibi contro ansia e depressione

Ci sono cibi in grado di donarci serenità, allontanando ansia e stress. Ecco quali alimenti non possono mancare nella dieta del buon umore
- - Ultimo aggiornamento
loading

L’alimentazione è importante non solo perché permette di dare energia al nostro corpo, ma anche perché, con una giusta dieta possiamo garantire la corretta funzionalità del nostro organismo. Ma il cibo è in grado di regalarci il buon umore, combattere l’ansia e la depressione.

Dieta del buon umore in quarantena: i cibi contro ansia e depressione

Leggi anche: >> COSA SUCCEDE SE SMETTIAMO ALL’IMPROVVISO DI MANGIARE ZUCCHERI? DOPO 28 ANNI QUESTA DONNA È DIVENTATA COSÌ

In questo periodo di quarantena tutti noi abbiamo riscoperto il piacere di cucinare e qualcuno si è scoperto ‘chef’! Ciò nonostante la tentazione di cedere ad alimenti e non proprio salutari c’è. In questo momento il rischio di mangiare non per fame ma piuttosto per noia e stress è dietro l’angolo.

E’ del tutto normale, l’importante è cercare di mantenere un’equilibrio e fare un po’ di attività fisica. Ci sono tantissime app, video online che possono guidarvi in semplici esercizi da fare a casa! Ma è anche vero che il cibo può essere un ottimo alleato contro ansia e depressione. Basta scegliere quello giusto! Ecco allora la dieta del buon umore.

Come si legge su Il Giornale, la Dottoressa Caterina Cellai sottolinea l’importanza di non trascurare alcuni cibi nella nostra dieta. Come ad esempio i carboidrati. Si avete capito bene, proprio quelli che erroneamente consideriamo nemici delle diete.

Dietista e specialista dell’alimentazione presso la clinica di Medicina e Chirurgia Estetica Juneco di Milano City Life, la dottoressa spiega il perché non dobbiamo abolire i carboidrati.

“Oltre a essere la principale fonte di energia per il nostro organismo, i carboidrati complessi, stimolano la produzione di serotonina. – spiega Caterina Cellai – Ecco perché è così piacevole consumare pasta, pane, pizza ma con un occhio molto attento alle quantità, e al dispendio energetico. Più ci muoviamo, più possiamo permetterci porzioni di carboidrati, pur preferendo alimenti integrali e a ridotto contenuto di zuccheri. Se non ci muoviamo e non pratichiamo circuiti di home fitness i carboidrati andrebbero assunti con moderazione”.

Sempre secondo la dottoressa, le vitamine del gruppo B hanno giocano un ruolo fondamentale per la regolazione energetica del nostro corpo. La vitamina B12 è ottima per combattere stanchezza e fatica e aiuta l’energia fisica e mentale. Tale vitamina la possiamo trovare nella frutta secca, nelle uova, il formaggio. 

Leggi anche:>> CORONAVIRUS, CARENZA DI VITAMINA D AUMENTA IL RISCHIO? LO STUDIO ITALIANO

Ecco quali sono gli alimenti capaci di darci il buon umore

Tra i cibi più noti capaci di avere un effetto positivo a livello emozionale c’è sicuramente la cioccolata. Questa stimola la produzione di endorfine e aumenta la serotonina nel nostro cervello. Ovviamente questa non è la scusa per abbuffarsi di cioccolata. La dottoressa, sempre come si legge su Il Giornale, consiglia di mangiare non più di 10/15 gr al giorno di cioccolato fondente (un quadratino).

Anche le banane sono favoriscono l’attivazione della serotonina nel nostro cervello ed hanno uno effetto calmante sul sistema nervoso.

Gli alimenti piccanti portano alle secrezione di endorfine, rendendoci più felici. Da non escludere nella nostra dieta del buon umore anche gli arachidi, gli spinaci, i funghi il latte (e i suoi derivati) i legumi, la zucca e i semi di zucca. Contengono zinco che da energia al nostro organismo e ci aiuta ad assimilare le proteine e i carboidrati.

Crediti foto@kikapress

Nota: il presente articolo è il frutto di una ricerca e di una elaborazione di notizie presenti sul web. Con la presente l’autore, la redazione e l’editore declinano ogni responsabilità e invitano i lettori ad eseguire un’attenta verifica e a rivolgersi sempre ad un medico specialista.