Non mangiate la punta del cono gelato, è piena di… Ecco cosa contiene e cosa si rischia Foto - Video

È l’ultimo irresistibile morso del gelato, magari pieno di cioccolato gustoso, eppure la punta del cono gelato fa male: ecco cosa dice la scienza. Cosa dice la scienza in proposito e quali sono i rischi per la nostra salute?

Non resistete alla punta del cono gelato? Forse da oggi cambierete idea: fa molto male

Quanto è difficile rinunciare ad un buon gelato d’estate? Il cibo preferito da grandi e piccoli durante i mesi più caldi può rivelarsi più deleterio di quanto pensiamo, soprattutto perché gli scienziati ora ci mettono in guardia sulla parte più goduriosa: la punta del cono gelato fa male, calorie a parte.

Dunque al di là del conteggio delle calorie (a proposito, ecco i gelati confezionati più light in commercio), Bert Weckhuysen, un chimico dell’Università di Utrecht, ha esaminato a fondo il contenuto dell’ultimo irresistibile morso, spesso al cioccolato, rilevando la forte presenza di sostanze dannose per la nostra salute: la punta del cono gelato sarebbe piena di grassi saturi, che si trovano – per intenderci – anche nel lardo, nel burro, nella carne molto lavorata o nelle torte industriali.

LEGGI ANCHE: >> GHIACCIOLI NELLE PARTI INTIME, LA MODA CHOC CONTRO IL CALDO È PERICOLOSA: COSA SUCCEDE AL CORPO

Questo tipo di grassi sono altamente sconsigliati dai medici poiché il processo di metabolizzazione è faticoso per il nostro organismo e si può registrare un aumento del colesterolo, con la naturale conseguenza di sviluppare una maggiore predisposizione a malattie cardiovascolari.

La punta del cono gelato è deleteria: il cioccolato in essa è pieno di…

In particolare il prof. di Utrecht ha spiegato che il cioccolato contenuto nella punta del cono deve mantenere una temperatura costante – infatti non risulta mai né troppo liquido né troppo solido – e per questo motivo è stato modificato il punto di fusione attraverso un processo di idrogenazione che trasforma i grassi insaturi (presenti per lo più in prodotti di origine vegetale) in grassi saturi.

A ciò si aggiunge, ma questo discorso vale in generale per i gelati confezionati, l’elevata quantità di conservanti e zuccheri (Questa donna ha smesso di mangiare zuccheri da 28 anni, ecco come è diventata) presenti in essi.

Insomma, la prossima volta che assaporerete un gelato, evitate di godervi l’ultimo boccone… La vostra salute un giorno vi ringrazierà!

 

Guarda la photogallery
Non mangiate la punta del cono gelato, è piena di… Ecco cosa contiene e cosa si rischia
+1

Può interessarti anche