Il Trenino Thomas – La grande corsa, la nostra recensione

"Il trenino Thomas – La grande corsa" è un cartone animato della durata di circa un’ora tratto dall’omonima serie televisiva inglese per bambini. La pellicola […]
- - Ultimo aggiornamento

"Il trenino Thomas – La grande corsa" è un cartone animato della durata di circa un’ora tratto dall’omonima serie televisiva inglese per bambini. La pellicola vanta una voce narrante d’eccezione. Stiamo parlando di Cristina d’Avena, amata da grandi e piccini per aver cantato le sigle animate degli anime più belli di sempre: da "Rossana" a "Piccoli problemi di cuore", dai "Puffi" a "Sailor Moon", fino ad arrivare alla nuovissima sigla del cartone in questione, la "Thomas Dance". Thomas desidera essere scelto per rappresentare Sodor al Grande Show della Stazione Ferroviaria, una gara che si tiene sulla terraferma. I treni più grandi si prendono gioco di lui in quanto troppo piccolo e poco forte e veloce per competere con i migliori treni di tutto il mondo. Thomas si trova a dover competere contro i migliori, tra cui Raul dal Brasile, Yong Bao dalla Cina, Ivan dalla Russia e Ashima dall'India, ma è determinato a vincere, nonostante verrà intralciato dallo scorretto Diesel che minaccia le sue chance di vincere la gara.

Il film, che uscirà al cinema per soli due weekend (il 7 e l’8 ottobre e il 15 e 16 ottobre), trova il suo punto di forza non solo nella perfetta caratterizzazione dei personaggi principali, ma anche nei temi trattati. Thomas è il giovane treno, caparbio e coraggioso, che con le sue irresistibili guanciotte rosse ha conquistato il pubblico dei più piccoli. Cosa volere di più? La pellicola pecca di prevedibilità ed è alquanto banale, ma –  proprio per questo – particolarmente adatto per un pubblico di bambini. Una menzione speciale è d’obbligo. Le canzoni presenti sono molto orecchiabili e originali, ma soprattutto donano maggiore ‘colore’ al progetto. Le battute sono semplici, dirette e facili da seguire, il che rende il cartone ancora più godibile agli occhi di chi guarda. Non è necessario, infatti, usare paroloni per intrattenere, basta che la storia abbia un senso e che riesca a veicolare in modo chiaro il messaggio di fondo: con la forza di volontà si può ottenere tutto ciò che si vuole. L’importante è credere sempre in sé stessi senza mai arrendersi. Mai rinuncia al proprio sogno a causa di un intoppo. La vita, si sa, è piena di ostacoli che sembrano insormontabili. Sta a noi cercare di superarli nel migliore dei modi, o quantomeno cogliere il lato positivo di essi.