L’amicizia tra un vampiro e un bambino protagonista di Vampiretto

Sarà nelle sale dal 26 ottobre Vampiretto, film d'animazione tratto dall'omonima saga di libri per ragazzi che racconta l'amicizia tra il vampiro Rudolph e il piccolo Tony.
- - Ultimo aggiornamento

Arriva al cinema dal prossimo 26 ottobre, proprio qualche giorno prima di Halloween, Vampiretto, film d’animazione di Richard Claus e Karsten Killerich, distribuito da Notorius e che racconta l’amicizia tra un bambino e un vampiro.

Il cartone è ispirato alla saga di libri per ragazzi omonima di Angela Sommer-Bodenburg – che ha venduto più di 20 milioni di copie in tutto il mondo e che è stata tradotta in oltre 30 lingue – e porta sul grande schermo la storia di Rudolph, un piccolo vampiro che resta isolato dalla sua famiglia quando il suo clan subisce l’attacco di un cacciatore di vampiri. Lui, che ha 13 anni da 299 anni, riesce con una furba mossa a distrarre il cacciatore, salvando la sua famiglia e rifugiandosi nella torre di un castello nella Foresta Nera.

Qui Otto e Emma hanno aperto un bed & Breakfast, sono “vampirofobici” e i loro unici clienti sono da poco arrivati, si tratta della famiglia Thompson: padre, madre e il figlio Tony, 13enne anche lui. Nella stanza in cui Tony deve dormire, avviene l’incontro tra lui e Rudolph e ha inizio un’incredibile amicizia. Di giorno Tony tiene nascosto Rudolph nel suo armadio, di notte, invece, è il vampiretto a intrattenere il bambino con dimostrazioni sovrannaturali dei suoi poteri, portandolo, addirittura a fare un giro in volo.

Ma Rookery, il cacciatore di vampiri, è sempre più vicino e per Rudolph è arrivato il momento di ritrovare la sua famiglia e fare uscire il suo clan alle catacombe. Questa volta, però, non è solo, può contare su un amico, pronto ad aiutarlo in questa incredibile impresa.

Un vampiro ragazzo” questa è stata l’intuizione della scrittrice Angela Bodenburg che ha colpito e convinto i registi di Vampiretto. “I vampiri sono sempre stati descritti come adulti – ha sottolineato Richard Claus – ma lei ha creato un’intera famiglia di vampiri, fatta di genitori, figli, zie, zii e così via. Ha reinventato nella sua testa l’intero genere vampiresco”, ha continuato il regista che, a 10 anni da Nome in codice: brutto anatroccolo, insieme a Killerich, ha deciso di portare qualcosa di nuovo sul grande schermo. E questo qualcosa di nuovo è proprio Vampiretto.

Il film per bambini e famiglie è in arrivo in molte sale cinematografiche italiane dal prossimo 26 ottobre. Pronti ad entrare in questo mondo vampiresco?