Sharon Stone, quando difendere i propri diritti è impossibile anche per una star

Sharon Stone al centro di una polemica sul nuovo director’s cut di Basic Instinct.
- - Ultimo aggiornamento
Sharon Stone, quando difendere i propri diritti è impossibile anche per una star

Il tema che ricorre è sempre lo stesso, malgrado i tantissimi film la carriera di Sharon Stone, bellissima 63enne, icona femminile di più di una generazione, rimane è legata indissolubilmente a una scena di Basic Instinct, eh si, quella! Nonostante la Stone sia una star mondiale, l’attrice non ha nessun controllo sulla prossima riedizione del film, un diretor’s cut programmato per il 30esimo anniversario di Basic Istinct che cade nel 2022. 

Sheron Stone Kikapress
Credits Kikapress

Sharon Stone, Basic Instinct, e il contrasto con il regista

In forte contrasto con le scelte del regista, Paul Verhoeven, l’attrice ha affrontato il tema di “A Current Affair” un famoso show australiano, riporta il Daily Mail. Quando la conduttrice Tracy Grimshaw ha chiesto direttamente se Stone, che per anni ha affermato di essere stata sfruttata durante la produzione del film, potesse impedire l’uscita della nuova versione, Stone ha risposto di no. “Hanno deciso di pubblicare il taglio XXX del regista per il 30 ° anniversario”. Ma ha anche aggiunto che se il film fosse stato girato oggi potrebbe essere in grado di farlo.

Ci sono nuove regole [Screen Actors Guild] a riguardo che sono state fatte e create, ma sono state fatte dopo che io, da giovane donna, ho realizzato questo film, e quindi non si applicano a me“, ha detto Stone, che aveva 34 anni quando è uscito il film.

Credits Kikapress

Nonostante la sua polemica con il film – in particolare la famigerata scena in cui Stone scavalla le gambe durante un interrogatorio della polizia – Stone non è donna da rifugiarsi sui rimpianti e con l’ironia che la distingue ha proseguito 

I rimpianti sono come scoregge: non puoi riaverli indietro. Una volta che sono fuori, sono puzzolenti e se ne sono andati “.

Sharon Stone

Per par condicio riportiamo anche la dichiarazione ad ICON nel 2017 del regista di “Basic Instinct” Paul Verhoeven, “Sharon sta mentendo” sul fatto di essere stato indotto in errore su quanto rivelatrice sarebbe stata la scena dell’inquadratura. “Qualsiasi attrice sa cosa vedrà se le chiedi di togliersi la biancheria intima e puntare lì con la telecamera“. 

Il director cut di Basic Instinct che ripristina questo taglio super audace, è stato chiaramente supervisionato da Verhoeven e conterrà materiale bonus sia di Stone che di Michael Douglas. Il lancio cinematografico previsto vede una prima uscita in Francia, e a seguito Australia,  Nuova Zelanda e  Stati Uniti.

Sheron Stone Kikapress
Credits Kikapress

Siamo sicuri che Sheron Stone ha tutte le carte per riuscire a rimanere indenne anche da questa vicenda che la riporta indietro di 30 anni.  Una donna come lei, una che non cede ai rimpianti, riuscirà sicuramente a  riderci sopra. 

Ricordiamo che Sharon Stone è una sopravvissuta e chi non conoscesse la sua storia può cercare il suo libro, uscito nel 2021, Il bello di Vivere due Volte. Un libro di memorie scritto dalla stessa attrice che dipinge la sua storia senza veli. 

Colpisce il fatto che, malgrado oggi ci sia una nuova normativa a difesa degli attori e della loro immagine, il citato Screen Actors Guild, la sua validità non possa essere retroattiva. 

Loading...