Sherol Dos Santos: “L’amore deve prevalere sulle difficoltà della vita”

La voglia di stare a contatto con gli altri, il resistere alle difficoltà, il confronto costante con le emozioni. Sherol Dos Santos torna live a Villa Ada
- - Ultimo aggiornamento
loading

Un anno e mezzo senza poter incontrare il suo pubblico, un anno e mezzo senza potersi esibire live; Sherol Dos Santos il 3 agosto romperà finalmente questa catena. Sarà la sua voce potente e al tempo stesso vellutata ad aprire il concerto On: Adriano Viterbini – Ice One – Riccardo Sinigallia a Villa Ada Roma Incontra il Mondo 2021.

Sherol Dos Santos: “L’amore deve prevalere sulle difficoltà della vita”

Leggi anche:– #WeAreItaly, parte dal Brancaccio la tournée estiva di E.Sperimenti Dance Company

Un mini-live dal sound completamente rinnovato, che la vedrà raccontare attraverso musica e parole il suo ultimo anno. La voglia di stare a contatto con gli altri, il resistere alle difficoltà, il confronto costante con le emozioni. C’è tutto questo in questa artista che in questa occasione presenterà due nuovi singoli. Perché se è vero che come per molti artisti anche per Sherol questi ultimo anno è stato difficile, la sua creatività non si è mai fermata e ha trovato anzi nuovi stimoli.

Le due nuove canzoni Spazi Densissimie Spine e fragolefirmati da Marco Del Bene, parlano di emozioni, di come stare in piedi quando tutto sembra essere troppo duro da affrontare, quando è necessario fare i conti con la violenza della vita e nelle relazioni. Tra situazioni di incomunicabilità e la costante ricerca affinché l’amore possa prevalere sulle difficoltà della vita. Sul palco di Villa Ada il 3 agosto Sherol porterà anche altri due suoi brani già noti al pubblico, Pleiadi e Disarmata prodotti e pubblicati con Instant Crush Records.

Un lockdown produttivo per Sherol Dos Santos, che ospite insieme a Noemi ha partecipato a #UnitedWeStand amplificare, innovare, supportare lo spettacolo dal vivo” minitalk social promosso dalla Regione Lazio. A settembre 2020, invece, ha partecipato alla fiaccolata della comunità capoverdiana a San Giovanni per chiedere giustizia per il giovane Willy Monteiro Duarte, cantando Halleluja di Leonard Cohen.

Crediti foto@ufficio stampa HF4

Loading...