Due anni senza Nadia Toffa: l’ultima grande lezione lasciata dalla Iena

Foto
Due anni senza Nadia Toffa, la guerriera bionda de Le Iene. La sua forza e il suo insegnamento continuano ad echeggiare
- - Ultimo aggiornamento
loading

Sono passati due anni da quando Nadia Toffa è scomparsa ma l’affetto e l’amore di amici e colleghi continua ad essere forte. Con la sua solarità e la sua grinta il vuoto che ha lasciato è grande; come grande è l’insegnamento che datoci anche attraverso il suo libro ‘Non fate i bravi’.

“Ho imparato a non odiare il dolore per imparare ad amare la vita.”

Nadia TOffa

Due anni senza Nadia Toffa: l’ultima grande lezione lasciata dalla Iena

Leggi anche: >> NADIA TOFFA, LA GRANDE BUGIA DI MAMMA MARGHERITA POCO PRIMA DI SALUTARLA PER SEMPRE: COSA LE DISSE PER IL SUO BENE

La ‘Iena combattente’ la piccola grande guerriera, se ne andava esattamente il 13 agosto del 2019 a soli 40 anni dopo aver lottato per due anni contro un cancro al cervello. Malattia che Nadia ha trasformato in insegnamento per tutti, raccontandolo in ‘Fiorire d’inverno’

“Ho sempre creduto che la vita fosse disporre sul tavolo, nel miglior modo possibile, le carte che ti sei trovato in mano. Invece all’improvviso ne arriva una che spariglia tutte le altre, e la vita è proprio come ti giochi quell’ultima carta… La malattia, l’avere bisogno di aiuto, mi hanno costretto a riprendere contatto con la mia parte più tenera e indifesa, quella più umana”.

Nadia Toffa

Fino all’ultimo ha dimostrato di essere una donna straordinaria che ha saputo fare tesoro delle brutte carte che la vita le ha giocato. Tra gennaio e febbraio del 2019 scrisse ‘Non fate i bravi’, un libro testamento in cui la giornalista ricorda a tutti noi di non mollare, di vivere la vita in ogni suo istante. Una racconto intimo, in cui Nadia ha deciso di condividere i suoi pensieri più profondi.

“L’ispirazione era inaspettata: nel profondo della notte mi svegliavo e la vedevo digitare velocemente al cellulare – racconta mamma Margherita – un inno alla vita che tutti possono sentire. Li ho ricevuti in consegna da Nadia con la precisa richiesta, fatta anche all’editore, di pubblicarli. Sono stati scritti nei momenti del silenzio in cui mia figlia ha iniziato a instaurare un dialogo intimo con il suo cuore.”

Tanti i messaggi che in questo girono ricordano questa straordinaria creatura, che continua a vivere non solo nei ricordi di amici e colleghi, ma anche attraverso la Fondazione Nadia Toffa che mamma Margherita porta avanti con grande forza e determinazione.

“Continuo le battaglie di mia figlia, gliel’ho promesso. Ce l’ho qui con me”

Margherita Toffa

Crediti foto@Kikapress

Guarda la photogallery
Due anni senza Nadia Toffa
'Non fate i bravi': il libro in cui Nadia ha condiviso i suoi ultimi pensieri
+2
Loading...