“Le intellettuali di Piazza Vittorio”, Molière in chiave rosa al Teatro di Ostia Lido

20 novembre prima nazionale de “Le intellettuali di Piazza Vittorio” a Ostia Lido messo in scena dalla compagnia teatrale al femminile ‘Valdrada’: tutte le info
- - Ultimo aggiornamento
“Le intellettuali di Piazza Vittorio”, Molière in chiave rosa al Teatro di Ostia Lido

Molière torna dirompente nella società di oggi ma in chiave completamente rosa, meno misogina e più ironica grazie alla pièce ‘Le intellettuali di Piazza Vittorio’, adattamento teatrale critico e di genere de ‘Le Intellettuali’(1672), diretto da Augusto Fornari e adattato da Chiara Becchimanzi.

La compagnia teatrale tutta al femminile ‘Valdrada’, gestita e composta dalla stessa Becchimanzi e da Giorgia Conteduca, Monika Fabrizi, Giulia Vanni debutta al teatro di Ostia Lido sabato 20 novembre alle ore 21:00.

Le intellettuali di Piazza Vittorio, dove e quando vedere lo spettacolo teatrale

Altre tappe saranno: il 28 novembre al Teatro San Michele Arcangelo di Montopoli Sabina, il 7 e l’8 dicembre al Teatro Tor Bella Monaca, il 12 dicembre al Teatro Caesar di San Vito Romano, il 19 dicembre al Teatro Tognazzi di Velletri, il 22 dicembre al Teatro Garbatella di Roma, il 27 e il 28 dicembre al Teatro Moderno di Latina.

Leggi anche: >> MIMOSA CAMPIRONI, DA PIRANDELLO ALLA REALTÀ VIRTUALE IN ‘FAMILY GAME’

Il riadattamento della commedia francese parte dalla geniale intuizione del regista Fornari:

“Quando rilessi la prima scena de’ Le Intellettuali di Moliere – dove due sorelle discutono in maniera accorata sull’opportunità di sposarsi e fare figli invece di darsi allo studio, all’arte, alla filosofia – mi venne alla mente, prepotente, un’immagine: due donne che discutono, una con l’hijab, una senza”.

Le Intellettuali di Piazza Vittorio – Credits: Compagnia Valdrada Teatro via HF4

Chiara Becchimanzi è partita da questa visione per “per trattare uno dei motori drammaturgici che più ci sta a cuore e su cui ragioniamo artisticamente, in varie forme, da anni: il diritto all’autodeterminazione, tema che in Molière si dirige verso conclusioni dalle sfumature misogine, ma che abbiamo naturalmente declinato in tutt’altra direzione”.

Ne scaturisce una lettura che parla di donne che cercano di conciliare le loro mille attitudini, di costellazioni familiari, ma soprattutto di diritto all’autodeterminazione, fra oriente e occidente. Il tutto con l’immancabile piglio ironico che caratterizza Valdrada Teatro.

Il progetto teatrale, realizzato grazie al sostegno della Regione Lazio per cui la compagnia ha vinto l’Avviso Pubblico regionale spettacolo dal vivo 2021, vede le apparizioni straordinarie di Cinzia Leone e Vittorio Hamarz Vasfi e l’amichevole partecipazione in videochiamata Stefano Fresi.

Credits: Compagnia Valdrada Teatro via HF4

Loading...