Adriana Faranda: Era come essere in guerra

-
Adriana Faranda: Era come essere in guerra

Oltre alla matrimonialista più famosa d’Italia, Annamaria Bernardini de Pace, ospite della prima puntata l’ex brigatista rossa Adriana Faranda, che partecipò al rapimento di Aldo Moro esattamente 40 anni fa. Ricostruendo il clima degli Anni di Piombo attraverso le dichiarazioni di un’altra brigatista, Barbara Balzerani, che, come la Faranda, partecipò al piano di sequestro del presidente della Democrazia Cristiana Aldo Moro, la Fagnani chiede: “Balzerani ha detto: ‘Non mi ritengo un’assassina’ perché quella era una guerra e le regole di ingaggio erano quelle. Lei, invece, si giudica un’assassina?”. “E’ duro rispondere a questa domanda”, replica l’ex compagna di Valerio Morucci, arrestata insieme a lui il 30 maggio 1979 e dissociatasi dal terrorismo negli Anni Ottanta – “Dal punto di vista umano, per come la vedo adesso, sì. So di aver contribuito all’uccisione di persone, però è vero anche che noi in quel momento ci sentivamo in guerra”. E, “al di là del fatto che questo sentirsi in guerra fosse reale o meno, noi – conclude la Faranda – la vivevamo così: e la guerra è spietata, la guerra è cinica, la guerra uccide”.