Iniziò tutto da Milano. Ecco perchè Starbucks non vuole "insegnarci a fare il caffè"

-
Iniziò tutto da Milano. Ecco perchè Starbucks non vuole

Molti italiani si sono sentiti “feriti nell’orgoglio” di fronte all’arrivo di Starbucks a Milano. “Volete insegnarci a fare il caffè?” hanno chiesto ironicamente. “No, vogliamo farvi vedere cosa abbiamo imparato”, risponde l’azienda. Da Milano tutto iniziò, negli anni ’80: Howard Schultz, che sarebbe diventato il papà di Starbucks qualche anno dopo, durante un viaggio di lavoro nel capoluogo lombardo entrò in contatto con la realtà del bar come punto d’incontro e si mise in testa di riproporlo anche in America.

Oggi la sua “creatura” (lui si è dimesso da Presidente nel giugno del 2018) vende 4 miliardi di tazze di caffè all’anno: allineandole, sarebbero 35 volte più lunghe della Muraglia Cinese. E’ presente in oltre 70 Paesi, con 27.399 mila punti vendita totali a inizio 2018.

foto @Shutterstock

Loading...