Arnold Peralta, centrocampista dell’Honduras, ucciso a sangue freddo

Foto
Un tragico omicidio ha sconvolto il mondo del calcio: il giocatore Arnold Peralta, 26 anni, centrocampista dell'Olimpia Tegucigalpa e della nazionale dell'Honduras, è stato ucciso […]
- - Ultimo aggiornamento

Un tragico omicidio ha sconvolto il mondo del calcio: il giocatore Arnold Peralta, 26 anni, centrocampista dell'Olimpia Tegucigalpa e della nazionale dell'Honduras, è stato ucciso a colpi d'arma da fuoco mentre si trovava nella sua auto nel parcheggio di un centro commerciale nella città costiera di La Ceiba.

Ben 13 i colpi che hanno raggiunto Peralta, quasi tutti alla testa, per un assassinio che fa pensare ad un'esecuzione: al calciatore infatti non è stato rubato nulla e l'omicida si è allontanato in moto dal luogo del delitto.

Ignoto il movente, sul quale lavorano le forze dell'ordine: sul web si parla di motivazioni sportive (la squadra in cui Peralta militava, l'Olimpia, era appena stata eliminata dalla semifinale della Liga Nacional de Honduras), che fanno ripensare all'omicidio del colombiano Andres Escobar nel 1994, dopo un autogol ai mondiali americani, ma anche a una qualche forma di vendetta.

In passato infatti Peralta aveva condannato pubblicamente la violenza che affligge la società hondurena, affermando: "Il nostro e' un Paese difficile con tanti delinquenti che uccidono in ogni momento. Come va di moda uccidere! Questo tipo di persone non merita di vivere”

Forse Arnold si era così inimicato qualche organizzazione pericolosa, che potrebbe aver deciso di farlo tacere per sempre: in Honduras il fenomeno delle bande criminali è purtroppo una realtà tragica, e lo stato si trova ai primi posti nelle classifiche dei paesi con il più alto tasso di omicidi del mondo.

Guarda la photogallery
Arnold Peralta, il calciatore hondureno ucciso a sangue freddo
Arnold Peralta, il calciatore hondureno ucciso a sangue freddo
Arnold Peralta, il calciatore hondureno ucciso a sangue freddo
Arnold Peralta, il calciatore hondureno ucciso a sangue freddo
+5