Milo Infante che fine ha fatto? Ora si scopre la sua battaglia

Foto
Volto Rai dal 2003, Milo Infante è stato piano piano allontanato da Viale Mazzini nonostante una condotta professionale morigerata e ottimi ascolti ai tempi de […]
- - Ultimo aggiornamento

Volto Rai dal 2003, Milo Infante è stato piano piano allontanato da Viale Mazzini nonostante una condotta professionale morigerata e ottimi ascolti ai tempi de L’Italia sul Due: corretto, piacevole, spigliato e chiaro, ora non lo si vede più sul piccolo schermo e molti si chiedono Milo Infante che fine ha fatto?

Ebbene, il giornalista lombardo ha trascinato la Rai in tribunale – come riporta il quotidiano Libero – per fatti che iniziano nel settembre 2011 quando quando Roberto Milone, vice direttore responsabile dei programmi del pomeriggio di Rai Due emette una lista di proscrizione contenente i nomi di personaggi di spicco del mondo della cultura e del giornalismo non graditi. 

Da Don Mazzi, al direttore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio e tutti i suoi giornalisti, passando per l’allora presidente del Codacons Carlo Rienzi, la redazione di Libero e il suo direttore Maurizio Belpietro, e ancora Alessandro Sallusti, Riccardo Bocca, Bruno Vespa o Massimo Giletti.

 

Milo Infante che fine ha fatto?

Milo Infante si rivolge ai vertici Rai con tanto di documentazione approfondita sulla gestione Milone che preferisce dar spazio ai rappresentanti della comunità religiosa ‘Nuovi orizzonti’: il trattamento che riceve il giornalista non è quello sperato e di lì a poco viene allontanato dalla cronaca per occuparsi di parentesi dedicate al gossip, alla cucina o ai reality; solo negli ultimi 5 mesi di conduzione torna alla cronaca, ma ciò non è sufficiente.

Milo Infante, infatti, intenta una causa contro la Rai per dequalificazione professionale che la Corte d’Appello di Milano ha effettivamente accertato.

Il tribunale, come apprendiamo ancora su Libero, ha condannato l’azienda al risarcimento del danno, al pagamento di metà delle spese processuali e al reintegro in mansioni compatibili con la professionalità del conduttore televisivo fermo da 5 mesi. Un giudice, dal momento che il giornalista al momento non ha un impiego, deciderà sull’esecuzione della sentenza e in che termini avverrà il suo reintegro sul posto di lavoro.

 

Guarda la photogallery
Milo Infante che fine ha fatto? Ora si scopre la sua battaglia
Milo Infante che fine ha fatto? Ora si scopre la sua battaglia
Milo Infante che fine ha fatto? Ora si scopre la sua battaglia
Milo Infante che fine ha fatto? Ora si scopre la sua battaglia
+1