Fai colazione prima delle 7, il trucco per vivere più a lungo: ecco perché

Una ricerca americana ha evidenziato i vantaggi della colazione consumata la mattina presto
- - Ultimo aggiornamento
loading

Fai colazione prima delle 7 e probabilmente potresti vivere più a lungo. Lo dice la scienza. Innanzitutto ricordiamo che la colazione è il pasto più importante della giornata, quindi è sbagliatissimo saltarla. Inoltre, se si adottano alcune accortezze può portare ancora più benefici alla nostra salute. E tra le accortezze rientra pure l’orario in cui ci si siede a tavola per consumare il primo pasto del giorno.

Leggi anche: >> QUESTA È LA MIGLIOR COLAZIONE POSSIBILE PER PERDERE LA PANCETTA: LA RCETTA SCIENTIFICA

Fai colazione prima delle 7, i vantaggi

Un nuovo studio ha infatti rivelato che gli orari in cui fai colazione possono avere un impatto sulla salute e mangiare al momento “giusto” puà anche prolungare la vita. Il progetto di ricerca, come riporta il sito Metro.co.uk, si deve alla City University di New York. Gli scienziati hanno seguito 34.000 americani di età superiore ai 40 anni per diversi decenni.

Lo studio

I volontari hanno dovuto tenere traccia delle loro abitudini alimentari, registrando quando consumavano pasti e spuntini. Ebbene gli studiosi hanno scoperto che il momento ottimale per fare colazione è tra le 6:00 e le 7:00. I partecipanti che la consumavano in questa fascia oraria avevano il 6% in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto a quelli che mangiavano alle 8:00 e il 12% in meno di rischio di morte prematura rispetto a chi la faceva alle 10:00.

Dimentica gli spuntini di mezzanotte

Lo studio, pubblicato sul Journal of Nutrition, è uno dei primi a studiare la longevità in relazione al primo pasto della giornata. Gli studi precedenti si erano concentrati sul mangiare tardi, ma gli scienziati erano ansiosi di capire se la colazione avesse lo stesso impatto. È stato dimostrato che gli spuntini di mezzanotte contribuiscono allo sviluppo del diabete di tipo 2 e delle malattie cardiache.

Si pensa che ciò sia dovuto all'”orologio alimentare” del cervello, un sistema interno che regola gli ormoni come l’insulina, e che un pasto irregolare può interrompere i segnali che invia.

I livelli di glucosio nel nostro corpo raggiungono naturalmente il picco in determinate ore del giorno. Poiché gli ormoni legati al cibo bruciano questo glucosio dal flusso sanguigno, mangiare più tardi significa che i livelli rimangono alti. La glicemia costantemente alta può quindi portare a diabete, obesità e malattie cardiache.

Quindi, se non sarà un brunch a mandarti nella tomba prima del tempo, di certo è meglio smetterla di mangiare in piena notte. E poi se fai colazione prima delle 7 del mattino sicuramente non fai un dispetto al tuo corpo, anzi.

Foto: Shutterstock