Dieta Portfolio: così abbassa colesterolo, trigliceridi e pressione

Poche rinunce a tavola, ma molti benefici. Ecco come funziona questa dieta che consente di mantenersi in salute
- - Ultimo aggiornamento
loading

La dieta portfolio è una delle tante diete che la diabolica mente umana ha partorito. Nata per contrastare il colesterolo cattivo, questa permetterebbe anche di perdere peso senza fare troppe rinunce a tavola. Ad idearla è stato David Jenkins, docente del Dipartimento di Scienze nutrizionali e medicina dell’Università di Toronto.

Leggi anche: >> PANCIA PIATTA SUBITO, QUESTA È LA MIGLIOR COLAZIONE POSSIBILE SECONDO LA SCIENZA

Dieta portfolio, i benefici

Come riporta il sito Dietagratis.com i benefici della dieta portfolio sarebbero numerosi. Ridurrebbe infatti alcuni fattori di rischio cardiovascolare inclusa la pressione arteriosa, i trigliceridi e l’infiammazione. Non da ultimo consentirebbe di mantenere un’ottima forma fisica.

Come funziona

Ma come funziona questo regime alimentare? Prevede l’assunzione di 2.000 calorie al giorno attraverso quattro componenti principali: noci o frutta secca, proteine vegetali (soia, legumi, fagioli e piselli) fibre solubili provenienti da avena, melanzane o mele e steroli vegetali. Questi ultimi sono sostanze naturali che inibiscono l’assorbimento del colesterolo cattivo, regolano la pressione e abbassano l’infiammazione.

La dieta portfolio è interessante perché chi non riesce a seguirla al meglio non ha nulla da temere: basta aggiungere solo alcuni degli alimenti previsti nei quattro gruppi per avere risultati incoraggianti. Non la si può considerare una dieta ferrea nel senso stretto, dal momento che non si perde il piacere di cucinare o di stare a tavola.

Cosa mangiare

Che cosa si mangia quando si fa la dieta portfolio? Quasi tutto, ma si privilegiano specialmente gli alimenti ricchi di fibre come frutta, verdure, cereali integrali, legumi e carni bianche. Non ci sono cibi vietati in assoluto, ma ovviamente per tenere sotto controllo il colesterolo bisogna limitare il consumo di cibi grassi e junk food.

Semaforo verde quindi per frutta e verdura, pesce e carni bianche al posto della carne rossa. Vanno benissimo i legumi per assumere carboidrati e olio extravergine di oliva al posto del burro. Ottima anche la frutta secca come mandorle e noci come spuntino, ideali contro il colesterolo.

Nota: il presente articolo è il frutto di una ricerca e di una elaborazione di notizie presenti sul web. Con la presente l’autore, la redazione e l’editore declinano ogni responsabilità e invitano i lettori ad eseguire un’attenta verifica e a rivolgersi sempre ad un medico specialista.

Foto: Shutterstock