Flurona, cosa rischi avendo influenza e covid-19 insieme: i sintomi

Nuova minaccia all'orizzonte? In Israele il primo caso diagnosticato di influenza e covid-19 combinati insieme
- - Ultimo aggiornamento
loading

Flurona: apriamo l’anno con questo nuovo termine che potrebbe divenirci molto familiare da qui alle prossime settimane. Si tratta di una infezione simultanea da Sars-CoV-2 e virus dell’influenza (dall’unione della parola inglese “flu”, ovvero influenza, e Coronavirus). Una bella accoppiata insomma. Il primo caso si è registrato in Israele.

Leggi anche: >> COVID, PERCHÉ ALCUNI SOGGETTI NON SI AMMALERANNO MAI? CHI È SUBITO IMMUNE

Il primo caso diagnosticato di flurona

È una giovane donna il primo caso accertato di “flurona” al mondo, come scrive anche Skytg24.it. La donna è arrivata in travaglio al Rabin Medical Center di Petah Tikva, a pochi chilometri da Tel Aviv, aveva sintomi simil-influenzali e non era vaccinata né contro l’influenza stagionale né contro il Covid-19.

Nel corso di controlli presso l’ospedale in vista del parto è stata riscontrata la positività della ragazza. “Le sono stati diagnosticati l’influenza e il coronavirus non appena è arrivata. Entrambi i test sono risultati positivi, anche dopo che abbiamo effettuato un secondo controllo”, ha spiegato Arnon Vizhnitser, direttore del dipartimento di Ginecologia dell’ospedale. La ragazza sta bene e dovrebbe essere dimessa a breve.

I sintomi

I casi di flurona in realtà potrebbero essere molti. Questo perché i sintomi delle due malattie sono molto simili: tosse, febbre, mal di testa, mal di gola, dolori muscolari. “Stiamo vedendo sempre più donne incinte con l’influenza. È sicuramente una grande sfida avere a che fare con una donna che arriva con la febbre al parto e non sai se è coronavirus o influenza”, ha precisato Vizhnitser.

Il ministero della Salute israeliano sta facendo approfondimenti su questo caso. “L’infezione insieme di Covid e influenza è un po’ strana perché in medicina si è sempre detto che se c’è un virus che dà una malattia impedisce che se ne sviluppi un’altra dovuta a un diverso virus. La spiegazione potrebbe stare nel fatto che il Covid causa un difetto di produzione di interferone e questo aprirebbe la strada all’altro virus, che in questo caso è quello dell’influenza”, ha spiegato Roberto Cauda, infettivologo del Policlinico Gemelli di Roma e consigliere scientifico dell’Ema. “Il caso riscontrato in Israele induce a dire ancor di più vaccinatevi anche contro l’influenza“, ha affermato.

Foto: Shutterstock