Fantastic Four, sfuma l’idea del sequel dopo il flop

Foto
Quando il flop è talmente grosso da passare alla storia, ogni progetto futuro sparisce dagli appunti dei produttori. Non sfugge a questa regola il reboot […]
- - Ultimo aggiornamento
loading

Quando il flop è talmente grosso da passare alla storia, ogni progetto futuro sparisce dagli appunti dei produttori. Non sfugge a questa regola il reboot di Fantastic Four.

RIDDICK, VIN DIESEL ANNUNCIA IL SEQUEL E LA SERIE TV

Il nuovo film della Fox sulla squadra di supereroi uscito qualche mese fa è stato un vero e proprio fiasco al botteghino ed è stato anche accolto negativamente dalla critica e soprattutto dai fan della Marvel, che non hanno apprezzato nulla della nuova versione.

 

Nonostante ciò, all'inizio la casa di produzione Fox si era detta sicura che ci sarebbe stato comunque un sequel dei Fantastic Four, sperando di recuperare un po' di credibilità con un secondo capitolo che facesse dimenticare gli errori del primo.

Per fortuna (questo almeno è il parere dei fan) il sequel non ci sarà anche se i produttori l'avevano preventivato addirittura prima dell'uscita del primo film. Ma il disastro di quest'ultimo, che al botteghino ha incassato solo 56 milioni di dollari negli Stati Uniti dopo esserne costati 120, ha fatto cambiare idea alla Fox. Neanche i 167 milioni guadagnati all'estero sono valsi a qualcosa e tantomeno a togliere al prodotto l'etichetta di flop colossale. Per il momento Fantastic Four 2 è sparito dal calendario delle uscite future ma non si sa ancora se sarà fatto rientrare più avanti o se, come si vocifera, si farà un ulteriore reboot della pellicola. La speranza dei fan e dei lettori dei fumetti è che la Fox decida di vendere i diritti a un'altra casa di produzione o alla stessa Marvel che così potrà preparare una sceneggiatura più consona.

Guarda la photogallery
Fantastic Four, sfuma l’idea del sequel dopo il flop
Fantastic Four, sfuma l’idea del sequel dopo il flop
Fantastic Four, sfuma l’idea del sequel dopo il flop
Fantastic Four, sfuma l’idea del sequel dopo il flop
+1