Oscar 2017, tutti i vincitori: gaffe storica e amaro in bocca per La la land

Foto
Doveva essere una serata degli Oscar segnata dal trionfo di La la land e della protesta contro Trump, alla fine il musical di Damian Chazelle […]
- - Ultimo aggiornamento

Doveva essere una serata degli Oscar segnata dal trionfo di La la land e della protesta contro Trump, alla fine il musical di Damian Chazelle ha trionfato -non poteva non farlo- ma ha dovuto lasciare il premio per il miglior film ad un altra pellicola, Moonlight, e la cerimonia è stata nel complesso poco politicizzata.

Questa cerimonia degli Oscar 2017, probabilmente, passerà invece alla storia per l'errore più clamoroso di sempre: Warren Beatty e Faye Dunaway dichiarano che l'Oscar come miglior film va a La la land, e mentre già il regista è sul palco intento a ringraziare, fanno marcia indietro. C'è stato un errore, l'Oscar va a Moonlight.

Come si dice, questo è il bello della diretta: a farne le spese il povero Berry Jenkins, regista di Moonlight, che ha pronunciato un discorso di ringraziamento generalmente poco ascoltato, considerato il caos che si era sviluppato in quel momento.

Il premio per il miglior attore non protagonista va a Mahershala Ali, musulmano afroamericano cresciuto da una madre cristiana e poi convertito all'Islam: è la prima volta che il titolo viene vinto da un musulmano, ma l'attore non pronuncia nessun discorso di ringraziamento polemico (ci si poteva aspettare una sciabolata anti-Trump).Sceglie invece di ringraziare sua moglie, che lo ha da poco reso padre.

La la land, come dicevamo, vince "solo" sei statuette a fronte di 14 nomination: l'amaro in bocca finale è solo per quell'Oscar al miglior film che tutto il cast stava già pregustando. Per il resto, il musical ha vinto premi di tutto rispetto, da quello per il miglior regista a quella per la miglior attrice, Emma Stone.

Poca politica e pochi sfottò a Trump: il momento più intenso è stato quello della dichiarazione di Gabriel Garcia Bernal, che dal palco ha voluto ribadire che "come lavoratore migrante io sono contrario ad ogni muro che vuole separarci".

Fuocammare di Gianfranco Rosi, candidato a miglior documentario, non ce l'ha fatta, ma un po' di Italia è comunque salita sul palco con Alessandro Bertolazzi e Giorgio Gregorini, che hanno vinto il premio per il Miglior trucco e acconciatura per il film Suicide Squad.

Di seguito, tutte le statuette assegnate dall'Academy:

Miglior regia
Damien Chazelle, La La Land

Miglio Film
Moonlight

Miglior attore protagonista 
Casey Affleck, Manchester By the Sea

Miglior attrice protagonista
Emma Stone, La La Land

Miglior attore non protagonista
Mahershala Ali, Moonlight

Miglior attrice non protagonista
Viola Davis, Barriere

Miglior film straniero
The Salesman (Iran)
 

Miglior documentario
OJ: Made in America
 

Miglior cortometraggio documentario
The White Helmets

Miglior film d’animazione
Zootropolis

Miglior corto d’animazione
Piper

Miglior sceneggiatura non originale
Moonlight

Miglior sceneggiatura originale
Manchester by the Sea
 

Miglior colonna sonora originale
La La Land (Justin Hurwitz)
 

Miglior canzone originale
City of Stars (La La Land)
 

Miglior sonoro
Arrival
 

Miglior montaggio sonoro
La battaglia di Hacksaw Ridge
 

Miglior scenografia
La La Land

Migliori effetti speciali
The Jungle Book
 

Miglior montaggio
La battaglia di Hacksaw Ridge
 

Miglior fotografia
La La Land
 

Migliori costumi
Animali fantastici e dove trovarli
 

Miglior trucco e acconciatura
Suicide Squad (Alessandro Bertolazzi e Giorgio Gregorini)

 

 

 

Guarda la photogallery
Oscar 2017, tutti i vincitori: gaffe storica e amaro in bocca per La la land
Oscar 2017, tutti i vincitori: gaffe storica e amaro in bocca per La la land
Oscar 2017, tutti i vincitori: gaffe storica e amaro in bocca per La la land
Oscar 2017, tutti i vincitori: gaffe storica e amaro in bocca per La la land
+1