Come coltivare l’anthurium in casa

Foto
Piante in casa: l'anthurium è una pianta molto bella ed elegante. Non è difficile da mantenere ma attenzione a questi piccoli accorgimenti.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Avere delle piante in casa contribuisce senza dubbio a dare un tocco di colore e di serenità al nostro arredo. Ma come coltivare l’anthurium in modo corretto?

Come coltivare l’anthurium in casa

Leggi anche:>> PIANTE SECCHE, PER RECUPERARLE CHIUDILE IN UN SACCO DI PLASTICA: IL TRUCCO DEI GIARDINIERI

L’Anthurium è una pianta originaria dell’America Latina e quindi abituata ad un clima molto caldo e umido. Caratterizzata da foglie dal verde intenso di forma allungata, quello che pensiamo essere il suo fiore in realtà è una brattea. Si tratta di una foglia colorata posta alla basa de fiore vero e proprio: il cilindro giallo.

Si tratta di una pianta che fa parte della famiglia delle erbacee quindi non deve essere potata ma bisogna in ogni caso prendersene cura. Togliete le foglie ingiallite e secche. Mantenetela pulita dalla polvere utilizzando un panno morbido e leggermente umido.

Può stare all’aperto nei mesi estivi e in casa in quelli invernali ma attenzione a dove la collocate.
L’anthurium non vuole i raggi diretti del sole, quindi quando la tenete fuori mettetela sotto un patio o comunque in una zona luminosa ma non sotto il sole. In casa la posizione ottimale è davanti alle finestre; in ogni caso non vicino a fonti di calore o correnti d’aria. La temperatura invernale deve tenersi sui 16°C.

Se vi accorgete che l’aria della vostra casa è molto secca, nebulizzate la chioma della pianta con acqua decalcarizzata ciclicamente.

Il vaso deve essere di dimensioni leggermente più piccole rispetto alla vegetazione e come terriccio potete usare quello per le orchidee. Meglio annaffiarla poco ma spesso: l’importante è che la terra non sia mai asciutta. Un consiglio? mettete dell’argilla espansa o del ghiaino nel sottovaso. Tra la primavera e l’autunno concimate il terriccio utilizzando un fertilizzante liquido per piante fiore e ripetete l’operazione ogni 15 giorni.

Infine attenzione alla cocciniglia e al tripide. Sono i due nemici dell’anthurium. Per quanto riguarda il tripide una volta che ha preso possesso del vegetale non lo si può eliminare. Bisogna quindi fare un’azione di prevenzione. Come? Semplicemente mettendo dei cartoncini azzurri cosparsi di colla nel vaso. Questo insetto è sensibile al colore azzurro: sarà quindi attirato e intrappolato.
Per la cocciniglia la storia è diversa: come vedete dei fioccosità di colore bianco sotto la foglia, toglietele con un batuffolo di cotone imbevuto nell’alcool.

Crediti foto@Shutterstock

Combattere il caldo con le piante
Guarda la photogallery
Anthurium: in casa si ma attenzione a dove lo mettete
Non serve potarlo ma curarlo si!
Attenzione alla cocciniglia e al tripide
Che vaso scegliere?
Loading...