Le stelle cadenti di San Valentino, come vedere lo spettacolo in cielo

Quest'anno più che mai spazio al romanticismo con effetti speciali gentilmente offerti dalle Psi Leonidi
- - Ultimo aggiornamento
loading

Le stelle cadenti non sono una prerogativa unicamente della notte di San Lorenzo. C’è anche un altro santo che promette magie nel cielo in questi giorni: si tratta di San Valentino. Quest’anno le coppie non potranno festeggiare con cene a lume di candela in ristoranti di classe, e neanche concedersi una fuga lontano da casa per colpa della pandemia. Come rimediare? Con del sano romanticismo rivolgendo lo sguardo verso l’alto.

Stelle cadenti di San Valentino, che cosa sono

A partire dall’11 febbraio e per tutta la settimana è possibile ammirare in cielo uno sciame di stelle cadenti chiamate Psi Leonidi. Ciò è reso possibile dal fatto che in questi giorni c’è la luna nuova e quindi il cielo è completamente buio, condizione ideale per ammirare lo spettacolo delle stelle cadenti di San Valentino.

Queste sono caratterizzate dal fatto di essere poco veloci e molto belle da ammirare. Come spiega l’Unione Astrofili Italiani (UAI): “Quest’anno ci sarà la possibilità di osservare molto favorevolmente il comportamento delle Psi Leonidi (max 11/12 febbraio), data la completa assenza della Luna”.

Leggi anche: >> SAN VALENTINO, QUESTI SONO I CIBI DELL’AMORE CHE IN POCHISSIMI CONOSCONO

Stelle cadenti di San Valentino, quando e come vederle

Le stelle cadenti di San Valentino sono caratterizzate da bolidi occasionali, e dunque con un po’ di fortuna sarà possibile ammirarne alcuni. Come suggerisce il nome stesso, questi corpi celesti hanno origine dal radiante della Costellazione del Leone.

Il momento di maggiore visibilità è previsto nella notte a cavallo tra l’11 e il 12 febbraio, ma se non doveste riuscire a vederle niente paura: le stelle cadenti potranno essere osservate anche nei giorni successivi.

La UAI puntualizza: “La notte dell’11/12 febbraio di maggiore attività quest’anno sarà molto favorevole all’osservazione, sia per la completa assenza della Luna (novilunio) e sia perché il maggior numero di queste meteore è atteso nelle ore notturne (dopo il crepuscolo serale)”.

Le stelle cadenti di San Valentino si potranno osservare già a partire dalle 18, durante le prime ore della sera, nella zona del cielo situato a nord-est, per poi sparire sull’orizzonte occidentale poco prima dell’alba.

Loading...