Carbonara affumicata al pomodoro: orrore del NY Times, la ricetta sacra diventa raccapricciante

Il piatto della tradizione romana viene rivisitato oltreoceano e il web insorge
- - Ultimo aggiornamento
loading

Sperimentare in cucina è sacrosanto, ci sono dei piatti però che non vanno toccati o, se proprio si avverte la necessità di toccarli, sarebbe meglio modificare loro il nome per rispetto dell’originale.

L’ultimo scandalo culinario arriva da oltreoceano e investe, tanto per cambiare, un fiore all’occhiello della cucina italiana, in particolare della tradizione romana: la carbonara. Sulle pagine del New York Times la curatrice della sezione ‘Cooking’ Kay Chun ha proposto una “smoky tomato carbonara”, ovvero “carbonara affumicata al pomodoro” che ha fatto rabbrividire i puristi. Vediamo perché.

Carbonara al pomodoro: gli ingredienti che non convincono

Come è facilmente intuibile già dal nome dato dalla chef a questa versione, la particolarità della carbonara rivisitata è la presenza della passata di pomodoro. Nella ricetta figurano come ingredienti due cucchiai di concentrato di pomodoro e poco più di 200 grammi di pomodorini tagliati a metà.

Il tutto garantirebbe un tocco luminoso al piatto. E già su questo ci sarebbe da discutere. Lo scempio però non finisce qui. Al posto del pecorino Kay Chun aggiunge il parmigiano e, tenetevi forte, la pancetta al posto del guanciale (sacrilegio!) “poiché è facilmente reperibile e fornisce una bella nota affumicata”.

Leggi anche: >> COME FA LA CARBONARA GIORGIO LOCATELLI? IL SEGRETO DEL GIUDICE DI MASTERCHEF PER UN PIATTO PERFETTO

I commenti del web

La carbonara affumicata al pomodoro è finita con tanto di foto sui social, ma i commenti non sono stati affatto positivi. Chiaramente sono stati soprattutto gli Italiani a ribellarsi a questo scempio della tradizione, come dimostrano alcuni commenti apparsi in rete: “Con il pomodoro è un’amatriciana, con le uova una carbonara” hanno scritto i più diplomatici.

Altri hanno invece faticato a trattenere lo sdegno:

“Non toccate il nostro patrimonio culturale, limitatevi agli hamburger“,

“Siete appena atterrati su Marte… ma non riuscite a capire una ricetta così semplice”, e ancora: “La carbonara non è un’opinione”.

A sorpresa, però, l’articolo del New York Times ha ricevuto anche commenti positivi: si tratta di utenti americani che si dicono sorpresi della buona riuscita del piatto. Forse perché non hanno mai assaggiato l’originale, verrebbe da pensare.

Loading...