Lilibet aggiunta nella linea di successione: ecco perché solo ora, il sospetto

Scoppiato il caso di Lilibet non ancora aggiunta alla linea di successione, a Palazzo hanno rimediato subito: perché ci sono voluti quasi 2 mesi, il ‘problema’ del battesimo
- - Ultimo aggiornamento
loading

Lilibet Diana Mountbatten-Windsor è nata lo scorso 4 giugno e fino a ieri non era ancora stata aggiunta alla linea di successione. Diversi i tabloid che hanno fatto notare questa dimenticanza a Palazzo avanzando supposizioni più o meno crudeli sui rapporti sempre più tesi tra Harry e Meghan e il resto della Royal Family.

Lilibet aggiunta nella linea di successione: imbarazzo a Palazzo

La secondogenita dei duchi di Sussex è involontariamente abituata alle polemiche. Già la scelta del doppio omaggio alla bisnonna e alla nonna Diana, ha scatenato contro i genitori critiche, offese e insulti da parte di chi ha visto questo gesto come un modo subdolo per rientrare nelle grazie della Sovrana.

Leggi anche: >> IL PRINCIPE HARRY SEMPRE PIÙ RICCO: CHIUSO L’ACCORDO STELLARE PER IL LIBRO DI MEMORIE, ECCO QUANTO GUADAGNERÀ

Il problema della linea di successione è stato risolto e la piccola Lili risulta all’ottavo posto dopo il fratello maggiore Archie, il padre Harry, i tre cuginetti George, Charlotte e Louis, lo zio William e il nonno Carlo.

Ma perché ci sono voluti quasi 2 mesi quando per Archie la linea di successione ha subito modifiche in soli 15 giorni?

Il sospetto principale ricade sul battesimo di Lilibet: per far parte della lista dei possibili eredi della Corona, bisogna dimostrare di non essere cattolici poiché il sovrano inglese è a capo della Chiesa Anglicana.

Leggi anche: >> ARCHIE E LO SGARBO PUBBLICO DI CARLO E WILLIAM CONTRO IL PRIMOGENITO DI HARRY E MEGHAN

Lilibet, la linea di successione e il battesimo: la Regina tiene a bada i Sussex

Harry e Meghan avevano in un primo momento pensato di tornare a Windsor per celebrare il battesimo di Lili com’è stato per Archie, così da far conoscere la nuova arrivata alla Regina e al resto della famiglia salvo poi ripiegare su una funzione estremamente più ridotta a Montecito.

Anche se i vertici della chiesa anglicana non hanno rilevato alcuna obbligatorietà di battesimo per l’ammissione alla linea di successione, il ritardo potrebbe dunque essere legato alla netta presa di posizione di Elisabetta II.

Una sorta di dimostrazione di forza che forse Harry e Meghan in questi mesi hanno dimenticato…

Loading...