Harry e Meghan nei guai: l’attacco della Regina e dell’ex bodyguard di Diana

Harry e Meghan al centro dell’attenzione: il Principe minaccia una causa contro il Governo (e la Regina) per avere di nuovo la scorta
- - Ultimo aggiornamento
loading

Le richieste di Harry e Meghan di tornare ad avere la scorta reale qualora mettessero piede di nuovo in Inghilterra stanno sconvolgendo la Regina e il governo britannico. Il Mail on Sunday ci è andato giù pesante col duca di Sussex definendolo “un piagnucoloso, patetico, noioso piccolo ingrato” e Sua Maestà non ha chinato il capo al volere del nipote.

Harry, negata la scorta dalla Regina. Minaccia di farle causa

Il braccio di ferro con la nonna 95enne non è proprio ciò che l’opinione pubblica si aspetta da Harry che ha già minato la stabilità della monarchia andandosene con la famiglia in California.

Leggi anche: >> HARRY E MEGHAN HANNO GUADAGNATO 486MILA STERLINE AL MINUTO: STIPENDIO ASSURDO

Harry ha temuto per la sua incolumità quando lo scorso luglio è tornato in UK per svelare la statua di Lady Diana: in quell’occasione si è dovuto pagare le guardie del corpo privatamente, ma stavolta i suoi avvocati sono fermi nel demandare al Governo più protezione da Scotland Yard per il Principe.

Ha ereditato un rischio per la sicurezza dalla nascita, a vita” hanno spiegato ricordando che il duca è comunque ancora sesto nella linea di successione. In occasione del Giubileo di Platino della Regina, Harry vorrebbe rivedere la nonna e farle conoscere Lilibet ma lamenta che la sua scorta personale potrebbe essere insufficiente perché non ha accesso alle informazioni dei servizi segreti inglesi.

L’ex bodyguard di Lady Diana attacca Harry sulla scorta: durissime parole

Intanto gli attacchi a Harry e Meghan giungono anche dall’ex bodyguard di Lady Diana. L’ex ispettore  Ken Wharfe si è sfogato con il London Evening Standard:

Leggi anche: >> DIANA PREDISSE LA SUA MORTE DUE ANNI PRIMA DELL’INCIDENTE: IL BIGLIETTO DA BRIVIDI

“Scotland Yard non è in vendita. Non funziona così e lui lo sa. Se vuole, è nella posizione finanziaria di assumere ex personale di scorta che conosce il protocollo ed è autorizzato a lavorare nelle residenze reali, che poi è quello che già fanno le principesse Eugenia e Beatrice. L’unica differenza è che le loro scorte non possono essere armate”.

Vedremo se Harry, Meghan, la Regina e il Governo troveranno la quadra sulla scorta e se questa tensione si risolverà per il meglio.

Foto: Kikapress