Benedetta Rossi nei guai, cos’è successo alla food blogger più amata del web

Una vera e propria truffa associata al nome e al volto di Benedetta Rossi, che chiede aiuto ai follower perché questi episodi non si ripetano più
- - Ultimo aggiornamento
loading

Benedetta Rossi chiede aiuto ai suoi tanti fan. La questione è seria: il suo volto è stato associato a presunti prodotti dimagranti, ma si tratta di una truffa che potrebbe trarre in inganno molte persone. I seguaci della food blogger infatti, vedendo il suo nome accostato a fantomatiche promesse di dimagrimento, potrebbero facilmente abboccare perché si fidano di lei.

Leggi anche : >> BENEDETTA ROSSI IRRICONOSCIBILE, ECCO COM’ERA DA GIOVANISSIMA: LA FOTO INCREDIBILE

La truffa che coinvolge Benedetta Rossi

“Benedetta Rossi, che ha perso 12 kg, ha condiviso la sua ricetta segreta con tutto Internet”. Questa è la frase con tanto di foto sorridente della food blogger apparsa sul web e prontamente condivisa dalla diretta interessata per segnalare che in realtà si tratta di una truffa. “Sono dei truffatori e sono dei siti che aprono e chiudono, non possiamo fare niente. Voi segnalate, segnalate e segnalate quando la vedete” ha spiegato la Rossi in una diretta Instagram.

Purtroppo non è la prima volta che Benedetta Rossi si trova costretta a dover prendere le distanze da simili trabocchetti che si trovano in rete. Lei, dal canto suo, ogni volta ribadisce ai follower che non bisogna mai fidarsi di questi annunci acchiappa click.

I precedenti

E la food blogger non è l’unico volto noto a venir trascinato, suo malgrado, in queste truffe. In passato la stessa cosa è capitata anche, tra le altre, a Katia Follesa, Laura Pausini e Geppi Cucciari. Ogni volta il copione è lo stesso: i nomi e le facce delle star appaiono accanto a nomi di prodotti dimagranti o su siti che promettono di far seguire ai malcapitati le stesse diete che hanno permesso alle persone famose di tornare in forma. Ma, è bene ribadirlo, niente di tutto ciò è vero. Si tratta di specchietti per allodole, e come sottolineato dalla stessa Benedetta Rossi provengono da siti che continuano a spuntare come funghi. L’unica cosa da fare è segnalarli in modo da farli chiudere.

Foto: Kikapress