Cambio dell’ora, quando scatta l’ora solare a ottobre? La novità nel 2022

Quello di ottobre potrebbe essere l'ultimo cambio dell'ora a cui assistiamo. Ecco perché e soprattutto quando vanno spostate le lancette
- - Ultimo aggiornamento
loading

Ottobre è arrivato, e questo vuol dire che è tempo di cambio dell’ora. Ogni anno, però, giunti a questo punto la domanda che ci attanaglia è sempre la stessa: le lancette si spostano avanti o indietro? Questa volta, poi, potrebbe esserci una grande novità. Potrebbe essere l’ultima volta che assistiamo a questa abitudine.

Leggi anche : >> IL CAMBIO D’ORA FA MALE ALLA SALUTE? ATTENZIONE A QUESTI “STRANI SINTOMI”

Cambio dell’ora, quando ci sarà?

Il cambio dell’ora, da quella legale a quella solare, si avrà a fine mese. Più precisamente nel corso dell’ultimo weekend di ottobre, cioè tra sabato 29 e domenica 30. Per chi avesse qualche dubbio, le lancette vanno messe un’ora indietro. Alla fine quindi si dormirà un’ora in più, per la gioia dei dormiglioni. Alle ore 3 del mattino scatterà il cambio dell’ora e quindi si tornerà alle 2. Tra il 25 e il 26 marzo 2023, poi, ci sarà l’altro cambio dell’ora.

La novità del 2022

Come dicevamo prima, però, il cambio dell’ora del 2022 potrebbe essere l’ultimo. Questo perché la Società italiana di medicina ambientale (Sima) ha chiesto al Governo di confermare l’ora legale tutto l’anno. Questo vorrebbe dire abolire il classico sistema. Una proposta che porterebbe con sé alcuni benefici. Intanto avere un’ora di luce solare in più anche in inverno aiuterebbe a risparmiare qualcosa sui costi energetici. Non solo, avrebbe anche importanti benefici sulla salute, visto che il cambio di orario spesso provoca stress alle persone.

La richiesta della Sima

Dunque, stando alla Società Italiana di Medicina Ambientale, ci sarebbero tutti i presupposti per poter dire addio al ciclo ora solare – ora legale passando ad uno legale tutto l’anno. Ecco che cosa ha dichiarato Alessandro Miani, presidente di Sima, come riporta Ilmeteo.it: “Chiediamo al Governo Draghi di prendere immediatamente questa decisione demandata agli Stati nazionali dal Parlamento Europeo, invitando gli altri Paesi dell’Unione a fare altrettanto”. In attesa di capire che cosa deciderà di fare l’Italia, l’appuntamento è per l’ultimo weekend di ottobre, quando le lancette torneranno indietro di un’ora.

Foto: Shutterstock