C’è vita dopo la morte? Nel cervello sì, lo dice la scienza: continua ad essere cosciente di ciò che accade intorno

Foto - Video
Alla domanda “C’è vita dopo la morte?”, ora possiamo risposndere affermativamente: la conferma arriva da un gruppo di scienziati che ha scoperto come il cervello riesca a rimanere cosciente per un certo tempo nonostante il cuore abbia smesso di battere. I dettagli
loading

Tra le domande più ataviche dell’uomo, alcune forse sono destinate finalmente ad avere una risposta: una di queste è legata alla possibilità che ci sia vita dopo la morte. Una possibilità per molti allettante, ma che finora si è dovuta scontrare con una spessa coltre di scetticismo. Adesso, però, uno studio americano ha indagato sulle esperienze pre-morte da parte di persone che sono sopravvissute a un attacco cardiaco dopo essere state date per morte e poi tornate in vita.

C’è vita dopo la morte? Sì, ecco come il cervello sopravvive al cuore

Leggi anche: >> CREDETE NELLA REINCARNAZIONE? QUESTO BIMBO DI 4 ANNI SI È REINCARNATO IN LADY D., ECCO LE PROVE

La ricerca in questione è stata condotta dal team del dott. Sam Parnia, direttore della terapia intensiva e della ricerca di rianimazione presso la NYU Langone School of Medicine di New York City.

Gli scienziati hanno intervistato i soggetti che hanno spiegato nel dettaglio le sensazioni provate mentre stavano per lasciare questo mondo: alcuni sopravvissuti all’infarto hanno dato testimonianze comuni dichiarando di essere rimasti coscienti rispetto a ciò che accadeva intorno a loro.

Leggi anche: >> MANGIA QUESTO TIPO DI PASTA SE VUOI COMBATTERE LE PATOLOGIE CARDIACHE PIÙ COMUNI

“Essi descrivono come i dottori e le infermiere lavorassero su di loro, sono a conoscenza di intere conversazioni fatte sul momento, di cose accadute e cose che hanno visto, di momenti che non dovrebbero essere in grado di poter conoscere” ha fatto sapere il dr. Parnia.

Tornati in vita, infatti, i sopravvissuti hanno chiesto e ottenuto conferma dai medici e agli infermieri di ciò che avevano percepito durante i concitati momenti di rianimazione.

IL TEST CHE PREDICE LA NOSTRA MORTE: BASTA UN ESAME DEL SANGUE PER SAPERE QUANTO CI RESTA DA VIVERE

C’è vita dopo la morte, la scoperta per prevenire lesioni cerebrali

Leggi anche: >> BEVI ACQUA OGNI 45 MINUTI, ECCO COSA SUCCEDE AL TUO CERVELLO

Confrontando le testimonianze, i ricercatori sono giunti alla conclusione che il cervello resta cosciente ancora per qualche ora dopo l’ufficializzazione del decesso.

Quando ciò accade, il sangue non circola più nel cervello e le cellule cerebrali si spengono pian piano ma questo processo può avvenire nell’arco di un tempo più o meno lungo durante il quale il cervello non perde del tutto la sua consapevolezza.

Lo studio, che dovrà essere confermato e approfondito da altre ricerche, potrebbe rivelarsi il primo passo per mettere a punto un protocollo per prevenire lesioni al cervello dai danni provocati dalla rianimazione del cuore.

Foto@Kikapress

Guarda la photogallery
C’è vita dopo la morte? Nel cervello sì, lo dice la scienza
C’è vita dopo la morte? Nel cervello sì, lo dice la scienza
C’è vita dopo la morte? Nel cervello sì, lo dice la scienza
C’è vita dopo la morte? Nel cervello sì, lo dice la scienza
+1
Eleonora D\

Eleonora D'Urbano

Esperta di televisione, cinema e serie Tv amo scrivere per il mondo femminile

Loading...

Può interessarti anche