Coronavirus, perché è psicosi da carta igienica? Lo rivela uno studio

Foto
Nelle ultime due settimane abbiamo visto in tutto il mondo scene apocalittiche per via del Coronavirus: perché è psicosi sulla carta igienica? Cosa scatta nel cervello delle persone? Gli esperti spiegano il motivo della caccia al “nuovo oro”
-
loading

Coronavirus, psicosi da carta igienica: cosa scatta nel nostro cervello

In USA e in Australia nelle ultime due settimane migliaia di persone, a causa del panico generato dalla velocissima diffusione del Coronavirus, sono corse ai ripari comprando tonnellate di carta igienica. Mentre sugli scaffali della maggior parte dei supermercati italiani è finita la farina, in altri paesi la corsa al “nuovo oro” ha generato una vera e propria psicosi.

Leggi anche: >> BRIGITTE NIELSEN SCREDITA L’ITALIA IN UNO SHOW USA: “NIENTE CIBO NÉ ACQUA”, POI LE SCUSE

Abbiamo visto file interminabili, risse, carrelli pieni di pacchi di carta igienica e addirittura un hashtag a tratti ironico come #ToiletPaperApocalypse è finito in tendenza. Da dove deriva questa irrazionale paura di rimanere senza?

Questo prodotto è senz’altro ritenuto un bene di prima necessità, che costa relativamente poco, non si deteriora e può essere facilmente sistemato nello sgabuzzino o in cantina: dunque per la sua natura e il suo utilizzo è normale che la carta igienica sia considerata importante.

Leggi anche: >> SPERANZA ANTI-COVID 19: IL PLASMA DEI GUARITI INIETTATO NEI PAZIENTI GRAVI, LA SPERIMENTAZIONE ITALIANA

Coronavirus, psicosi da carta igienica: parola agli esperti

Eppure secondo alcuni esperti la psicosi da carta igienica è legata ad un comportamento che viene definito in gergo FOMO, Fear of Missing Out, la paura cioè di essere tagliati fuori.

Leggi anche: >> COME RICONOSCERE INFLUENZA E CORONAVIRUS? OSSERVIAMO BENE QUESTI SINTOMI

Alla BBC, infatti, la ricercatrice Nitika Garg della University of New South Wales ha fatto sapere:

“Se vediamo le persone comprare un bene, se il mio vicino lo compra, penseremo che ci sono buone ragioni per comprarlo anche noi”.

Siamo inoltre portati per indole a osservare il comportamento degli altri e copiarlo, per cui vedere gente che fa scorta di carta igienica ci spinge ad assumere lo stesso atteggiamento.

Leggi anche: >> OCCHIO A COME USIAMO LE MASCHERINE, LA PAURA DELL’OMS: “POSSONO INFETTARE”

Il professore di Psicologia all’Università della British Columbia Steven Taylor, autore di “The pathology of pandemics” ha spiegato:

“Penso che probabilmente provenga dalle immagini pubblicate sui social network che erano molto chiare: i pacchi di carta igienica sono molto riconoscibili e sono diventati un simbolo di sicurezza nella testa delle persone“.

Poi ha aggiunto:

“Le persone sentono il bisogno di mettere in salvo se stesse e le loro famiglie, perché non possono fare altro che lavarsi le mani e isolarsi”.

Leggi anche: >> ATTENZIONE A QUANDO CI LAVIAMO LE MANI: IL GRAVE ERRORE CHE COMMETTIAMO SPESSO POTREBBE AUMENTARE IL CONTAGIO

Coronavirus e gruppo sanguigno
Foto@Shutterstock

Guarda la photogallery
Coronavirus, psicosi da carta igienica: ecco cosa scatta nel nostro cervello
Coronavirus, psicosi da carta igienica: ecco cosa scatta nel nostro cervello
Coronavirus, psicosi da carta igienica: ecco cosa scatta nel nostro cervello
Coronavirus, psicosi da carta igienica: ecco cosa scatta nel nostro cervello
+1