Meghan Markle, ecco che fine hanno fatto le composizioni floreali realizzate durante il baby shower

Foto
Durante il baby shower a New York, Meghan Markle e le sue ospiti hanno partecipato ad un corso di composizioni floreali. Ecco che fine hanno fatto i meravigliosi bouquet di fiori
- - Ultimo aggiornamento
loading

I fiori del baby shower di Meghan Markle vanno in beneficenza

Ha fatto tantissimo rumore l’enorme cifra spesa per il baby shower in onore del primogenito in arrivo di Meghan Markle. L’evento, celebratosi a New York, è costato veramente una fortuna. Ma questa volta l’attenzione va a concentrarsi sui fiori presenti nell’esclusivo albergo della Grande Mela e il loro destino.

LEGGI ANCHE: — Kate Middleton rovina il baby-shower di Meghan Markle: il gesto che non è piaciuto

I fiori del baby shower sono stati creati da Meghan e dalle sue ospiti

Le bellissime composizioni sono infatti state create da Meghan e dalle sue ospiti proprio durante il party, su supervisione del designer floreale Lewis Miller, che ha tenuto per loro un apposito corso. È proprio quest’ultimo che ha condiviso su Instagram alcune immagini dei bouquet.

https://www.instagram.com/p/BuKnuCuH4lq/

Nel suo post, tuttavia, l’artista rivela anche un altro particolare: tutti i fiori che sono stati utilizzati durante l’esclusivo party della Duchessa sono andati a Repeat Roses, un’associazione che si occupa di ‘riciclare’ a scopi benefici i fiori utilizzati negli eventi più vari.

A commentare il bel gesto di Meghan Markle e delle sue amiche, è stata anche la stessa charity, che ha scritto un lunghissimo messaggio Instagram, pubblicando anche le foto dei nuovi destinatari dei fiori.

Siamo onorati di consegnare i bellissimi decori floreali della Duchessa di Sussex e dei sui ospiti ad alcune delle nostre organizzazioni di New York preferite”, si legge nel post.

I fiori del baby shower di Meghan Markle ai bambini malati di cancro

I fiori sono andati ai piccoli pazienti del reparto di oncologia pediatrica del Ronald McDonald House, ai quali sono state consegnate le peonie rosa, tanto amate da Meghan Markle. Inoltre, altri fiori sono stati consegnati agli ospiti del Vyse Avenues Program, che si occupa di curare adulti con disturbi mentali.

I fiori hanno portato un raggio di sole in un freddo giorno d’inverno – si legge ancora nel comunicato di Repeat Roses – e saranno molto apprezzati nella prossima settimana”.

View this post on Instagram

Thanks @gayleking @voguemagazine for sharing the very special experience planned for this very special baby shower! We were honored to match the beautiful floral arrangements designed by the Duchess of Sussex and her guests, including host @serenawilliams, to a few of our very favorite NYC neighbor organizations. The gesture of kindness brought smiles and an emotional health boost to pediatric cancer patients at @rmhnewyork, cancer patients at the @hopelodgenyc and to behaviorally and medically fragile men at the @uniquepeopleservices Vyse Avenues Program. The flowers brought a ray of sunshine on a cold winter day, and will be greatly enjoyed for the week ahead. Later, we’ll return to collect flowers and vases for composting and recycling to close the loop and ensure a zero-waste experience. Giving back to People + Planet. It’s what we do, and we’re so appreciative to have partnered with @jzevents and @lewismillerdesign for this heartfelt occasion. 🌸💕♻️ #itschictoshare #followthatflower #awinfortheearth #zerowaste #babyshower #thisislove #petalitforward #zerowaste #makingadifference #socialimpact #sustainability #repeatroses

A post shared by Repeat Roses® (@repeatroses) on

Insomma, per una volta non si parla di intrighi di corte né di scandali legati alla moglie del Principe Harry, ma soltanto di un bellissimo gesto di generosità, capace di portare un sorriso sui volti di tante persone.

Foto: Kikapress

baby shower meghan markle
Guarda la photogallery
I fiori del baby shower di Meghan Markle vanno in beneficenza
Meghan apprendista designer
Dopo il party, i bouquet sono andati in beneficenza
Un sorriso ai bambini
+1