Quel commento shock sulla foto del figlio di Ferragni e Fedez: limiti, multe fino a 10mila euro e regole da seguire per le foto dei propri figli sui social

Foto
Diciamocela tutta: questa storia di condividere ogni momento della nostra vita sui social sta sfuggendo di mano. Così come preoccupante sta diventando l’atteggiamento di alcuni […]
- - Ultimo aggiornamento
loading

Diciamocela tutta: questa storia di condividere ogni momento della nostra vita sui social sta sfuggendo di mano. Così come preoccupante sta diventando l’atteggiamento di alcuni che postano commenti offensivi e infamanti.

Quando poi l’oggetto delle attenzioni di chi posta e di chi commenta sono i bambini, la situazione non solo si complica ma diventa inaccettabile. L’ultimo caso che sta alimentando polemiche e discussioni riguarda Leone, il figlio di appena pochi giorni di Fedez e Chiara Ferragni.

La coppia, è noto, ha trasformato la gravidanza della celebre influencer di moda in una sorta di reality: i milioni di follower sono stati costantemente informati su mamma e bambino in grembo.

QUEL VIDEO DI CHIARA FERRAGNI CON IL BAMBINO E QUEL DETTAGLIO CHE NON SFUGGE AI FAN: IL SENO FUORI E…

Anche appena nato, i due hanno continuato a condividere momenti di vita familiare mostrando fin da subito foto e video del piccolo.

Una scelta discutibile dettata dalla popolarità di Fedez e Chiara che però ha innescato anche una vergognosa reazione da parte dei soliti hater, che arrivano a prendersela addirittura con un neonato innocente.

È stata Selvaggia Lucarelli, infatti, a scovare un post scioccante in cui un utente scrive “il figlio di sti due dementi lo impiccherei” con tanto di foto del piccolo Leone.

Parole sconcertanti che ci obbligano a delle serie riflessioni. “La democrazia 2.0 ha perso” scrive la Lucarelli e forse ha ragione. Perché in questo democratico mondo virtuale la libertà di pensiero viene sempre più scambiata e confusa con l’arroganza di offendere e diffamare.

Ma fare di un bambino il bersaglio delle proprie frustrazione diventa davvero inaccettabile. Così come andrebbero poste serie limitazioni anche al narcisismo di taluni genitori, che invadono i social con le immagini dei propri bambini inconsapevoli.

Una legislazione precisa che tuteli l’immagine dei minori sul web, in Italia ancora non c’è ma delle indicazioni provengono da alcune recenti sentenze.

A dicembre 2017, ad esempio, fece molto scalpore la pronuncia del tribunale di Roma che, accogliendo l’istanza di una ragazzo di 16 anni, aveva condannato la madre troppo social, che con i suoi post aveva messo in imbarazzo il figlio creandogli turbamento. La donna era stata obbligata a rimuovere i contenuti incriminati pena una multa da 10 mila euro.

Ma senza arrivare alle vie giudiziarie, per tutelare i minori basterebbe solo un po’ di buon senso, magari non pubblicando l’immagine completa del bambino ma solo un dettaglio per rendere l’idea di ciò che si vuole trasmettere. Basterebbe anche immedesimarsi nel bambino e chiedersi se quella foto un giorno potrebbe crearci imbarazzo.

Infine, ricordiamo che le foto dei nostri pargoli pubblicate sui social spesso vanno ad alimentare il data base di pedofili e siti pedo-pornografici. Dunque, prima di cliccare su “Invio” pensiamo bene a ciò che stiamo facendo e chiediamoci se ne vale davvero la pena.

Guarda la photogallery
Chiara Ferragni, Fedez e Leone
I social
Chiara Ferragni e Fedez
Il post di Selvaggia Lucarelli
+4