In vacanza con il cane e il gatto: regole da seguire e consigli indispensabili

Foto
Ogni anno in molti lanciano appelli contro la pratica disumana dell’abbandono degli animali, diffusa soprattutto in estate, quando si deve partire per le vacanze e […]
- - Ultimo aggiornamento
loading

Ogni anno in molti lanciano appelli contro la pratica disumana dell’abbandono degli animali, diffusa soprattutto in estate, quando si deve partire per le vacanze e non si sa come sistemare l’animale domestico: per fortuna negli ultimi anni sembra registrarsi una controtendenza e anche se il fenomeno randagismo purtroppo è sempre presente, quest’anno sono ben 6,2 milioni di italiani a partire con il proprio animale domestico al seguito.

Quando ci si mette in viaggio con Fufi o con Fido (ma i dati parlano anche di uccellini, tartarughe, conigli nani, criceti ed altri) bisogna conoscere delle regolette fondamentali: innanzitutto, se si progetta di viaggiare in treno o in aereo, bisogna accertarsi di quale sia la policy della compagnia scelta sugli animali domestici.

In vacanza con cane e gatto: regole sui mezzi pubblici

Ad esempio, Italo Treno ha deciso che per tutto agosto anche i cani di grossa taglia viaggiano gratis: il costo del viaggio è offerto dalla partnership con l’Editore Pizzardi (quello delle figurine Amici Cucciolotti). I cani di piccola taglia nel trasportino invece non hanno mai pagato e continuano a non farlo. Italo fornisce anche un kit monouso con tappetino per accucciarsi a fianco del padrone e ciotola per acqua.

Sull’aereo è più difficile: le compagnie low cost in genere nn accettano animali in cabina (tranne Vueling, che fa eccezione per trasportini di 8 kg di peso massimo e di misura 45x39x21), mentre Alitalia li accetta fino a 10 kg. Ovviamente pagano il biglietto, che per voli transoceanici può arrivare a 250 euro.

In traghetto ci sono cabine ad hoc per chi viaggia con gli animali, al costo medio di 65 euro: altrimenti resta il ponte, perchè all’interno non sono ammessi.

Se si va all’estero, anche gli animali hanno bisogno del documento valido per l’espatrio o del passaporto: viene rilasciato dai servizi veterinari dell’azienda sanitaria locale, costa circa 19 euro e viene rilasciato solo ad animali dotati di microchip e in regola con la vaccinazione antirabbica.

In vacanza con cane e gatto: consigli fondamentali

Per viaggiare sereni con il nostro animale domestico è importante la programmazione, cioè informarsi fin da subito per garantire l’accoglienza e il benessere dell’animale: moltissime strutture alberghiere ormai sono aperte agli animali, così come navi da crociere e spiagge.

Quando si parte con cani e gatti è bene anche contattare il veterinario informandolo della destinazione e aggiornare il libretto dei vaccini, che va portato dietro. Meglio portare anche il suo cibo preferito, qualche giocattolo che lo distragga e badare molto alla sua idratazione, soprattutto in viaggio.

in gravidanza ci sono animali da evitare

 

 

Guarda la photogallery
Al mare con Fido? Si può
Cani in viaggio, ecco come
Barca, aereo, treno... ognuno le sue regole
Buone vacanze!