Vivere con la O.I. Un libro racconta cosa vuol dire e come fare

Osteogenesi imperfetta: le lastre delle fratture diventa un'opera d'arte del libro di Fabiano Lioi.
- - Ultimo aggiornamento
loading

L’osteogenesi imperfetta è una malattia genetica che crea problemi allo scheletro alle articolazioni, agli occhi, alle orecchie. È nota anche con il nome di malattia delle ossa di cristallo, poiché comporta una grandissima fragilità. Si tratta di una patologia che colpisce indistintamente maschi e femmine e che ha incidenza media di 1/20 000 e 1/50 000 nati vivi.

Vivere con la O.I. Un libro racconta cosa vuol dire e come fare

Ora viene raccontata in un libro O.I L’arte in Una Frattura di Fabiano Lioi, in cui le lastre delle sue innumerevoli fratture diventano un’opera d’arte. Un lavoro che si pone a metà tra il catalogo d’arte e un libretto delle istruzioni su come vivere questa patologia rivolto a chi la vive in prima persona ma anche in maniera riflessa.

“Racconto e spiego sia a chi ha l’osteogenesi imperfetta sia a chi la vive di riflesso, come la vivo io. – ha raccontato Fabiano a Revenews.it – Ho chiesto ai miei amici, alla mia famiglia, ai miei dottori, di raccontare la loro esperienza umana”

Non è la prima volta che Lioi, attore musicista e amante dell’arte, si mette in gioco per sensibilizzare le persone su questa patologia. Qualche anno fa aveva realizzato ‘Perché No?!’ progetto fotografico che vedeva protagonista la sua carrozzina. Obiettivo: abbattere le barriere. Ecco perché è stata fotografata nei luoghi più disparati e impensabili.

“Sono un po’ di coccio. – racconta l’autore –  Quando mi dicono che non posso fare qualcosa rispondo Perché No? Si può fare tutto, non come lo fanno gli altri, in modo diverso trovando la propria strada”.

A sostenere questo nuovo progetto O.I. l’arte in una frattura, anche una campagna di crowdfunding sulla piattaforma www.produzionidalbasso.com. 

Crediti foto@Ufficio Stampa O.I. l’arte in una frattura