10 giochi vintage che valgono una fortuna: ne avete qualcuno?

Se avete in casa dei giochi della vostra infanzia fate attenzione: alcuni valgono una fortuna! Ecco il valore dei giochi vintage
- - Ultimo aggiornamento
loading

Ci sono giochi che hanno segnato la nostra infanzia: magari li abbiamo desiderati tantissimo ma non li abbiamo mai posseduti. Oppure li abbiamo avuti e li abbiamo consumati da quanto ci abbiamo giocato. Ebbene se siete degli inguaribili nostalgici e non avete buttato via i vostri giochi, potreste avere una piccola fortuna senza saperlo. Se vi state apprestando a fare un po’ di pulizia, non fate come me e conducete una piccola ricerca prima di decidere il destino del vostro gioco. Potreste buttare via qualcosa che oltre al valore sentimentale potrebbe avere avere un valore economico notevole. Perché scrivo di non fare come me? Perché ho detto addio alla mia collezione di figurine degli Sgorbions… figurine che possono arrivare a valere 10.000€! Non era il mio caso non avevo la collezione completa per fortuna.

10 giochi vintage che valgono una fortuna

Andiamo per ordine. In testa alla classifica dei giochi vintage che valgono una fortuna c’è uno dei libri più amati da grandi e piccini: Harry Potter e la pietra filosofale.
La prima edizione del 1998 costava al pubblico circa 16€. Ebbene una prima edizione di questo libro può valere fino a 5000€.

Entrando nel merito di giochi come figurine macchinine e bambolotti vari, la versione Laser Power He-Man vale circa 900€.  Si tratta della quinta versione dell’action figure He Man e uscì nel 1988 al costo di circa 10.000 lire. Il biondo muscoloso di casa Mattel fu protagonista non solo della versione giocattolo ma anche di un fumetto e nel 1983 arrivò la mitica serie animata.

Era il 1985 e la Topps Company lanciava sul mercato gli Sgorbions (nome originale Garbage Pail Kids). Sono delle figurine a tema trash demenziale nate come parodia delle bambole Cabbage Patch Kids (celebri a quel tempo). Raffiguravano la caricatura di questi bambolotti mentre compiono azioni terribili e trash: dal mettersi le dita nel naso, al farsi esplodere la testa. In alcune scuole italiane vennero addirittura vietata. Possono arrivare a valere una vera fortuna: una serie di 3000 figurine su ebay è valutata 10.000€

Leggi anche:– SCOEPRTA LA ‘SORELLA’ DELLA TERRA A 100 ANNI LUCE DA NOI: È ABITABILE?

Nel 1989 la Nintendo mise in commercio quello che segnò la vera rivoluzione nel mondo delle console portatili. Stiamo parlando del GameBoy, che nella prima versione aveva solo 4 giochi tra cui il mitico Super Mario Bros. La versione con Tetris può arrivare a valere anche 1000€.

Sul finire degli anni ’90 tutti impazzivano per un uovo. Era il Tamagotchi arrivato sul mercato nel 1996. Si trattava di un gioco elettronico il cui scopo era prendersi cura fin dalla nascita di un Tamagotchi una specie aliena. Dargli da mangiare, educarlo, sgridarlo (si si poteva fare anche questo), curarlo in caso di malattia.. Bisognava cercare di farlo vivere il più al lungo possibile. Ebbene una versione originale di questo gioco oggi può arrivare a valere quasi 400€.

Se eravate amanti delle macchinine in particolar modo delle Hot Wheels della Tresure hunts sappiate che  valgono dagli 80 ai 1000€. Se sulla vostra mensola avete ad esempio la Ferrari 599XX, sappiate che il suo valore è di 430€!

Tra i bambolotti più amati negli anni 90 c’era senza ombra di dubbio Furby. Era un peluche robotico e interattivo della Hasbro. Poteva muovere orecchi, occhi, bocca e chiedere attenzioni. Nel mondo ne sono stati venduti 41 milioni. Su eBay, molti modelli prodotti tra gli anni 1998-2000 raggiungono il valore di 400€. Soprattuto se si tratta di edizioni limitate e speciali o della serie numero 8: l’ultima generazione. Una curiosità: la NASA vietò la presenza di Furby nei propri uffici, perché si pensava che fosse in grado di ‘imparare’.

Leggi anche:– LE PATATINE FRITTE FANNO MALE ALLA SALUTE?

Prima che la febbre da Pokémon Go esplodesse, c’erano loro: le figurine dei Pokémon. Lo scorso anno un set completo della prima edizione (1999) è stato venduta all’asta alla cifra record di oltre 50000€. Mentre nel 2016 una carta oleograficha di Charizard prima edizione, in ottime condizioni è stata venduta per 8000$ ovvero circa 7100€.

Tra i giochi vintage di valore non può mancare la Barbie e con lei alcuni dei suoi ‘accessori’. La Casa dei sogni di Barbie vale intorno ai 300€.  Mentre se siete tra i fortunati possessori di una Barbie prima edizione (1959) saprete bene che il suo valore è molto alto: 6200€ circa.

Crediti foto@kikapress