Legge 104 e malattia, bonus da 1000 € in arrivo in questi casi

Il Governo mette a disposizione un bonus di 1000 € per chi ha la legge 104: quali sono i requisiti e chi ha diritto al lauto contributo
- - Ultimo aggiornamento
loading

Per il 2022 arrivano belle notizie per i cosiddetti lavoratori fragili: l’INPS – il nostro Istituto di Previdenza Sociale – aveva già anticipato novità sul calcolo dei permessi con la Legge 104 e con la Legge di Bilancio del nuovo anno il consiglio dei Ministri ha approvato anche il bonus di 1000 € per alcuni particolari soggetti in determinate condizioni.

Leggi anche: >> BONUS TIROIDE 2022: A CHI SPETTA L’ASSEGNO MENSILE FINO A 525 €? PIOGGIA DI SOLDI IN QUESTI CASI

Vediamo chi sono i soggetti aventi diritto al contributo una tantum relativi al fondo di 5 miliardi di euro che il Governo ha stanziato per quest’anno.

Legge 104, il bonus di 1000 euro da richiedere: i requisiti

Citando il  comma 969 dell’articolo 1 della legge 30 dicembre 2021, n. 234, della Legge di Bilancio 2022, apprendiamo che:

“Ai lavoratori dipendenti del settore privato aventi diritto all’assicurazione economica di malattia presso l’INPS, che siano stati destinatari durante l’anno 2021 del trattamento di cui all’articolo 26, comma 2, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, laddove la prestazione lavorativa non sia stata resa in modalità agile e qualora abbiano raggiunto il limite massimo indennizzabile di malattia, è riconosciuta un’indennità una tantum, pari a 1.000 euro, per l’anno 2022“.

In sostanza per accedere al bonus bisogna innanzitutto lavorare nel settore privato, non si ha potuto beneficiare dello smart working, si deve aver ottenuto il riconoscimento di disabilità grave oppure essere in possesso di un certificato che attesti le condizioni di immunodepressione del lavoratore, oncologiche o che debba seguire una terapia salvavita.

Inoltre per il bonus di 1000 € il soggetto deve aver accumulato l’anno scorso almeno 30 giorni di assenza dal lavoro e raggiunto il limite massimo indennizzabile di malattia.

Qualora sia possibile ricevere il bonus, il lavoratore dovrà compilare apposita domanda sul sito dell’INPS: dopo che l’Istituto accoglierà la pratica e erogherà il contributo economico, esso non concorrerà alla formazione del reddito.  

Foto: Shutterstock