Sui passi dei Briganti in Tuscia: appuntamento il 14 maggio e il 2 giugno

DMO La Francigena e le vie del gusto in Tuscia presenta "Butteri, Briganti e Mezzadri": appuntamento il 14 maggio e il 2 giugno
-
Sui passi dei Briganti in Tuscia: appuntamento il 14 maggio e il 2 giugno

Sui passi dei briganti, tra ribellione e criminalità, tra storia e leggenda: la neonata DMO La Francigena e le vie del gusto in Tuscia (VT) il 14 maggio e il 2 giugno racconterà, attraverso inusuali cammini nella Tuscia Viterbese

Briganti in Tuscia tra storia e leggende

Si tratta di un capitolo di storia tutta italiana, quella del brigantaggio – con i suoi eroi e sulle orme dei loro passi – con escursioni narrate nel cuore di labirintici boschi, e di quei borghi sospesi nel tempo che furono scenografia di agguati e latitanze.

Tuscania, Farnese, Ischia, Cellere, Valentano, Tarquinia. Sono solo alcuni dei luoghi che furono macchiati dal fenomeno del brigantaggio nell’ottocento italiano. 

La DMO La Francigena e le vie del gusto in Tuscia, con il progetto Butteri, Briganti e Mezzadri, propone un viaggio alla scoperta di questi luoghi, dei nascondigli dei briganti, delle loro basi operative e delle loro zone di guerriglia, dalle quali facevano sì che venisse applicata la loro legge: quella del popolo contro i grandi proprietari terrieri. 

Un’occasione per scoprire luoghi a noi vicini e dalla lunga storia, per guardarli con occhi diversi e conoscere Storia e radici del territorio.

Leggi anche : >> INTERVISTA A IVANA PAGLIARA DI DMO – LA FRANCIGENA E LE VIE DEL GUSTO

Esattamente 150 anni fa uno dei più noti briganti di sempre, Domenico Tiburzi, evadeva dal carcere di Porto Clementino. Proprio da questa figura emblematica, un secolo e mezzo dopo, comincia il percorso della DMO La Francigena e le vie del gusto dedicata al racconto del brigantaggio.

Briganti in Tuscia, i dettagli sull’appuntamento del 14 maggio e 2 giugno

Il 14 maggio Elena Ronca, guida turistica e ambientale, e Marco D’Aureli, antropologo e direttore del Museo del Brigantaggio, condurranno Sulle tracce di Tiburzi tra Storia e Leggenda, escursione narrata a Cellere (VT) e al Parco del Timone, alla scoperta della natura del territorio e delle storie legate al brigantaggio e alla figura del celeberrimo brigante che proprio qui nasceva il 28 maggio del 1836. 

Leggi anche : >> VIA FRANCIGENA, I PERCORSI TERMALI POCO CONOSCIUTI

Il secondo appuntamento dedicato al brigantaggio dei percorsi di Butteri, Briganti e Mezzadri – promossi dalla DMO La Francigena e le vie del gusto in Tuscia – sarà il 2 giugno presso la Riserva Naturale Selva del Lamone e Farnese

I sentieri della Selva del Lamone porteranno appassionati, camminatori e turisti in un’escursione immersi nel verde, un viaggio nel cuore di un bosco intricato, fitto, labirintico e sempre diverso. Un luogo vivissimo, dove anche le rocce sono ricoperte di muschi verdeggianti e felci, dove gli uccelli si avvisano del passaggio del viandante e tra le fronde i selvatici ben nascosti nel loro regno ci osservano passare ignari.

14 maggio Sulle tracce di Tiburzi tra Storia e Leggenda
Dove: Cellere – Parco del Timone
Appuntamento: ore 09.30 (Via G. Marconi, 20, 01010 Cellere VT)
Costo: gratuito

2 giugno – La Selva dei Briganti
Dove: Riserva naturale Selva del Lamone – Farnese 
Appuntamento: ore 9.30 a Farnese, (Loc.tà Bottino s.n.c., 01010 Farnese VT) pranzo al sacco a carico dei partecipanti. Termina per le ore 16.00
Costo: gratuito

Info, dettagli e prenotazioni su: dmofrancigenaegusto@gmail.com, tel 0761/304643, cell 348/5203954

credits Dir. Museo Brigantaggio Cellere via HF4